Via ai Mondiali di tiro al piattello Sporting. Edizione record con 41 Paesi

Oltre mille atleti si sfidano nel Tiro a volo Piancardato di Collazzone fino al 17 luglio – Palinkas (Fitasc): lo sport unisce i popoli e trasforma il fucile in equipaggiamento da gara

(umbriajournal.com) by Avi News COLLAZZONE – Sono già nei nuovi campi di tiro dello Sporting club (Tav) Piancardato i 1.074 atleti che stanno prendendo parte al 38esimo Campionato del mondo di tiro al piattello specialità ‘Sporting’. Giovedì 14 luglio, nei cosiddetti ‘percorsi da caccia itineranti’ allestiti nelle campagne di Collazzone, sono partite le gare ufficiali che vedono ciascun tiratore impegnato, con il proprio sovrapposto, ad abbattere 50 piattelli. A segnare un record storico per questa edizione della manifestazione è il numero di Paesi partecipanti, ben 41, con le squadre più numerose, composte da oltre cento atleti, rappresentate da Italia, Francia e Regno Unito.

Cerimonia d’inaugurazione. Mercoledì 13 luglio, in occasione della cerimonia inaugurale che si è tenuta al campo sportivo della frazione di Collepepe, tutti i team e i 52 giudici di gara si sono presentati al numeroso pubblico e hanno sfilato davanti alle autorità sportive e civili, locali e internazionali. In prima fila il presidente della Federation internazionale de tir aux armes sportives de chasse Jean-François Palinkas. “L’Italia ha un grande talento – ha detto Palinkas –, riuscire magnificamente a organizzare eventi sportivi di altissimo livello”. Al momento ufficiale, con tanto di inni nazionali, sono quindi seguiti spettacoli legati alla tradizione medievale umbra e momenti conviviali organizzati dallo stesso Tav Piancardato presieduto da Marsilio Palermi, a cui hanno preso parte tutti i presenti.

Lo sport unisce. “Qui possiamo vedere – ha commentato ancora Palinkas – come lo sport riesca a far incontrare e renda amici tanti e diversi popoli. È straordinaria la filosofia che sta dietro a questa disciplina che trasforma il fucile soltanto in un equipaggiamento sportivo”. “Dopo due anni e mezzo di duro lavoro – ha affermato emozionato, dal palco, Palermi – finalmente ci siamo. Abbiamo dato vita a campi e percorsi veramente straordinari e questo grazie al lavoro incessante di uno staff di 150 persone che anche in questi giorni è impegnato nell’organizzazione. Stiamo facendo la storia. Ai tutti gli sportivi presenti, anche con i loro familiari, non posso che fare un grande ‘in bocca al lupo’”. “Ancora una volta – ha aggiunto Domenico Ignozza, presidente del Coni Umbria, presente all’inaugurazione –, grazie allo sport, l’Umbria è al centro dell’attenzione internazionale. Uno sport che si autovalorizza ma che, allo stesso tempo, promuove anche l’intero nostro territorio e i nostri prodotti. Vedere qui riunite così tante persone significa veramente aver raggiunto un obiettivo che va al di la dello sport”. Alla cerimonia, tra gli altri, sono intervenuti l’assessore regionale umbro Giuseppe Chianella, il vicepresidente della Provincia di Perugia Roberto Bertini, l’assessore allo sport del Comune di Collazzone Augusto Morlupi e il vicesindaco di Gualdo Cattaneo Elisa Benvenuta.

Il Tav Piancardato. Negli otto campi da gara del Tav Piancardato si sparerà ancora fino a domenica 17 luglio. Nella struttura sportivi, appassionati e curiosi troveranno ad accoglierli cinque campi prova, 40 stand dislocati tra il villaggio espositivo e il villaggio dello shop, tre punti ristoro e, soprattutto, un clima veramente internazionale e di festa.

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*