Una Grifo Volley Perugia strepitosa gioca di squadra ed annienta il Terni

volley-pallavolo_muroTERNI – Sale alto l’urlo della Grifo Volley Perugia che s’impone nello spareggio della semifinale dei play-off di serie C maschile e ribalta a suo favore la serie. Conquistano per la seconda volta consecutiva la finalissima che assegna la promozione gli uomini del tecnico De Paolis, a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto durante l’anno con un gruppo totalmente rinnovato e ringiovanito.

C’è senza dubbio la mano del tecnico su questi risultati e si vede soprattutto osservando le reazioni del gruppo, i grifoni infatti non si disuniscono mai e fanno quadrato nei momenti di difficoltà.

Non si può dire la stessa cosa della Henkel Terni che anche in questa occasione si è mostrata troppo volubile caratterialmente, suscettibile di nocivi cambi di umore che l’hanno dilaniata da dentro.

A sottolineare questo stato di cose è il finale del set d’apertura che i padroni di casa stavano conducendo 24-21 e che non sono riusciti a chiudere per colpe proprie, ma qui sta anche la bravura dei grifoni che restano concentrati, ci credono e vengono alla fine premiati.

Partono forte i locali che acquisiscono un buon margine (5-2). Ma che non sia una battaglia semplice lo si vede dopo il time-out ospite, al rientro in campo la situazione si ribalta clamorosamente (5-7). La contro-risposta arriva immediata con la nuova accelerazione di Terni che piazza un parziale di cinque a zero e riprende il comando delle operazioni sfruttando Michienzi. L’andamento a sprazzi però non accenna a cessare e sul 20-19 l’allungo gialloblu sembra decisivo, le tre possibilità di chiusura vengono annullate e poi è Perugia ad andare in vantaggio.

Alla ripresa la battuta ed il muro dei locali tornano ad essere micidiali e Coccetta e Kelmendi fanno la differenza (5-1 e 11-5). La gestione in campo di Massari dona fluidità al gioco ternano e consente di arginare lo scatenato Urbani andando ad impattare il conto momentaneo dei set.

La terza frazione comincia con tanti errori dei gialloblu e la Grifo Volley prende il comando (1-6). Moroni cerca di modificare qualcosa e corre ai ripari impegnando Coccetta in ricezione per tappare le falle che si aprono ma Urbani è devastante ed il gap permane (11-18). Ad accennare una replica è Pacciaroni ma i perugini con Agostini e Margaritelli non sprecano nulla e tornano a condurre.

Quarto periodo marchiato a fuoco da Margaritelli che trascina sul 3-7. Tutto ormai pare essersi incanalato su binari degli ospiti che con Cipolletti in seconda linea sono impeccabili. Sul 9-17 cominciano a giocare i ternani che riducono le distanze e tornano in scia. La palla del possibile 21-22 viene però sprecata ed il contraccolpo psicologico procura quattro match-point, al secondo tentativo è Mastrioianni a chiudere di prima intenzione facendo partire la festa di Perugia.

Non c’è tempo per riposare, mercoledì si scende in campo per la finalissima che si disputa sempre al meglio delle tre partite, gara-uno è in trasferta sul campo del Chiusi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*