Una Gecom Security Perugia esaltante stende il Casal De’ Pazzi

PERUGIA – Altra vittoria per la Gecom Security Perugia di scena per la seconda settimana consecutiva al Pala-Evangelisti per la ventitreesima giornata di serie B1 femminile.
Con una prestazione quasi perfetta le magliette nere superano la pericolosa Volleyrò Casal De’ Pazzi raccogliendo tre punti che la confermano nella terza piazza della classifica.
Ma non è stato tutto facile per le padrone di casa che hanno trovato nelle giovanissime avversarie un cliente ostico da addomesticare e con tante frecce al proprio arco.

Partenza sprint delle perugine che prendo subito quattro lunghezze, ma il gap è annullato da Pamio (6-5). A scavare il solco decisivo è una fase punto impeccabile che vede le locali salire sul 15-9 grazie a Cruciani e poi consolidare sino a chiudere con Mearini.

La seconda frazione è quella più combattuta, le rivali si alternano al comando con Pamio che inizialmente mette a terra sei palloni (10-10). Dall’altra parte della rete Puchaczewski non è da meno (nove punti nel set), ma le umbre commettono qualche errore di troppo e spianano la strada al pareggio che avviene per merito di Mancini e Melli.

Nel terzo parziale cresce il rendimento dell’attacco e si assiste a scambi spettacolari, Mearini piazza quattro punti consecutivi e porta sul 7-5. Cruciani allunga ulteriormente rendendo vana la reazione veemente di Arciprete che non riesce a ricucire lo strappo.

Il quarto frangente è marchiato a fuoco da Barbolini che fa andare avanti di cinque lunghezze le sue, Sghedoni amministra bene e conserva il margine sfruttando Mancuso sino al 16-11. Arciprete da fondo a tutte le sue risorse e torna a far sentire il fiato sul collo alle locali (18-17). Nel finale è ancora Puchaczewski a salire in cattedra e scrivere la parola fine.

In definitiva ottima prova per le ragazze del d.s. Andrea Sarnari che dimostrano di aver ritrovato lo smalto di inizio stagione e confermano di essere una delle pretendenti autorevoli per la conquista dei play-off.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*