Umbria, arbitri di volley, stagione da ricordare

volley

PERUGIA – Una stagione di quelle da ricordare per gli arbitri di volley dell’Umbria. A partire dalle tante promozioni, segno che la ‘scuola umbra’ – da anni ai vertici del movimento, ben rappresentato oggi dai tre ‘internazionali’ Simone Santi, Fabrizio Saltalippi e Ilaria Vagni – continua a sfornare arbitri di assoluto livello e in grado di farsi apprezzare sui parquet di tutta Italia. Tanto che, ad oggi, l’Umbria, conta ben undici direttori di gara nella massima serie: record mai toccato prima d’ora e ancora più significativo se si pensa alle dimensioni della nostra regione. Il comitato regionale umbro presieduto da Giuseppe Lomurno ed il settore Ufficiali di Gara dell’Umbria, coordinato dal commissario Andrea Bellini, hanno accolto con grande soddisfazione la promozione di due direttori di gara in serie A, giunta al termine di una stagione impegnativa ed entusiasmante. Si tratta del ternano Fabio Toni (37 anni) e di Rocco Brancati (35) perugino d’adozione: ad entrambi, oltre ai complimenti, va un grande in bocca al lupo per il prosieguo di una carriera ricca di altre importanti soddisfazioni. Ma i passaggi di categoria hanno riguardato anche gli arbitri di serie B2: ben tre donne – Beatrice Cruccolini di Perugia, Lucia Casacci di Città di Castello e Paola Lops, originaria di San Severo (Foggia) ma per lungo tempo in Umbria e ancora oggi legata al comitato di Perugia – hanno ottenuto la prestigiosa promozione in serie B1. Ad accedere in serie B2 sono invece Alessandro Arcangeli Carosi di Terni e Chiara Santucci di Perugia: anche a loro va un grande in bocca al lupo e i complimenti per una crescita che li ha portati ai vertici del movimento regionale e, oggi, alla ribalta dei campionati nazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*