Torna nuovamente al successo la Tuum Perugia contro Cecina

. È sempre più avvincente la lotta per le posizioni nobili della serie B1 femminile

Torna nuovamente al successo la Tuum Perugia contro Cecina
Catena Michela

 Torna nuovamente al successo la Tuum Perugia contro Cecina

PERUGIA – Torna nuovamente al successo la Tuum Perugia che riesce a spuntarla al termine di tre set dominati in lungo ed in largo e guadagna così terreno sulle dirette concorrenti restando a ridosso della zona play-off. È sempre più avvincente la lotta per le posizioni nobili della serie B1 femminile in una classifica che resta compressa e vede almeno quattro formazioni rimanere nella scia delle fuggitive, tutte pretendenti autorevoli per un posto al sole.

Di questo gruppone non fa parte la Pomarance.Name Cecina che sembra al momento lottare per obiettivi salvezza, ma che proveniva da un successo stupefacente contro la ex capolista ed era a tutti gli effetti una squadra da temere. Invece è filato tutto liscio per le magliette nere che al Pala-Evangelisti hanno ritrovato lo smalto migliore ed hanno confermato la loro imbattibilità interna rifilando un sonoro tre a zero alla rivale di turno.

Migliore in campo è risultata la centrale Corinna Cruciani che si è meritata il premio denominato trofeo Centova Cafè in virtù di un rendimento complessivo di alto livello nel quale sono emerse le sue qualità a muro dove ha stampato sei punti personali. Al fischio d’inizio è Catena a far capire le proprie intenzioni con tre muri che tracciano subito il solco (10-2). Le ospiti sono frastornate ed il loro attacco non incide (un misero 18% in apertura).

Capitan Cruciani controlla la situazione e lascia poi che Catena (sette punti nella prima frazione) allunghi ulteriormente il passo e spinga al vantaggio. Invertiti i campi c’è un accenno di reazione delle tirreniche che grazie all’intraprendenza di Renieri riescono a mettere il naso avanti e rimanere competitive sino al 18-18. Le padrone di casa restano sempre alle costole ed attendono il momento favorevole per piazzare l’allungo, è ancora Catena con quattro affondi letali quasi consecutivi a piegare le gambe alle cecinesi che subiscono un break di sei a zero che mette al sicuro il raddoppio. Nella terza frazione la fase punto delle perugine torna ad essere crudele, Baruffi si toglie diverse soddisfazioni personali e gestisce le compagne al meglio portando su un rassicurante 12-3. Ormai il risultato è ipotecato e possono scendere in campo anche Di Romano in regia, Pani da opposta e Cicogna in zona-quattro, sarà proprio quest’ultima a far scorrere i titoli di coda con due attacchi che fissano sul tabellone un punteggio impietoso.

PERUGIA

(25-15, 25-19, 25-11)

PERUGIA: Catena 17, Cruciani 12, Barbolini 6, Puchaczewski 6, Mearini 5, Baruffi 4, Chiavatti (L1), Cicogna 2, Ragnacci, Pani, Di Romano. N.E. – Mancuso, Santibacci (L2). All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.

CECINA: Silvestri 5, Renieri 5, Genovesi 5, Cavallini 1, Manetti 1, Paparelli 1, Sbrana (L), Orzenini 4, Mutti 3, Casini 2, Giannetti, Noci. All. Luca Berti e Damiano Achilli.

Arbitri: Giovanna La Rocca ed Emanuele Renzi.

TUUM (b.s. 8, v. 4, muri 14, errori 10).

POMARANCE (b.s. 6, v. 2, muri 5, errori 17).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*