Todi, Internazionali Tennis: Giraldo batte Starace

Grandi numeri, ma soprattutto tanta qualità all'Open Bnl di Pre-Qualificazione agli Internazionali di Roma.
Grandi numeri, ma soprattutto tanta qualità all'Open Bnl di Pre-Qualificazione agli Internazionali di Roma.

tennis(umbriajournal.com) TODI – Paolo Lorenzi punta a prendersi ciò che la sfortuna gli aveva tolto lo scorso anno. Il toscano, costretto al ritiro in finale a Todi nel 2012, torna a vedere la possibilità di un successo negli Internazionali dell’Umbria – Distalnet Tennis Cup. Per lui, oggi, una convincente vittoria per 6-2 6-2 sull’argentino Andres Molteni, che vale i quarti di finale. “Mi sento bene – ha detto l’azzurro dopo l’incontro – e le prime due partite lo dimostrano. Ma il percorso per tornare a sperare nel titolo è ancora lungo. Sono reduce da due mesi difficili per un problema al piede che non mi ha consentito di dare il meglio. Ora sto facendo progressi giorno dopo giorno e spero che questo torneo mi permetta di ritrovare il ritmo”. Per un Lorenzi promosso senza troppa fatica, c’è uno Starace che esce con qualche rimpianto. Il campano, tra i più attesi a Todi ed ex top 30 Atp, cede per 6-4 7-6 contro l’ostico colombiano Santiago Giraldo (numero 39 al mondo solo un anno fa), in una partita degna di un palcoscenico importante. Potito recupera un break di ritardo nel secondo set, ma al tie-break la spunta il terzo favorito del tabellone. C’è comunque un secondo italiano nei quarti: si tratta del siciliano Gianluca Naso, vincitore in due set contro lo spagnolo Gerard Granollers. Finisce 6-4 6-3 per l’azzurro, che ha vendicato Virgili e ora tenterà di piegare anche il giustiziere di Starace, Giraldo. Tra gli altri match, da segnalare l’eliminazione di Richard Becker, 22enne tedesco dotato di un servizio spesso sopra i 200 orari, che contro lo spagnolo Pere Riba cede d’un soffio al tie-break decisivo.

 

Intanto, si conoscono i nomi delle semifinaliste del torneo femminile, Astra Tennis Cup. Tra loro, una sola italiana, Alice Balducci, a segno nel derby contro Anna Floris, numero 1 del tabellone ma incapace di reagire alla buona giornata della rivale. Un rapido 6-2 6-3 è il risultato che conferma il buon momento della 26enne marchigiana, emigrata da quest’anno in provincia di Bergamo per gli allenamenti. Alice ha vinto in carriera ben dieci tornei Itf di doppio, ma è ancora a caccia del suo primo titolo di singolare. Quest’anno lo ha sfiorato in Portogallo, soltanto un mese fa, perdendo per 7-5 al terzo la finale. Adesso a Todi ha un’altra chance, considerato che nessuna delle ragazze rimaste in gara appare fuori dalla sua portata. In semifinale troverà domani la 20enne francese Alix Collombon, che ha approfittato di una giornata storta della comasca Giulia Sussarello: 6-2 6-1 il risultato di un incontro mai in discussione, rimasto in equilibrio solo fino al 2-2. Nella parte bassa del tabellone, prosegue la corsa della numero 2, l’armena Ani Amiraghyan, unica giocatrice professionista del suo Paese. Di fronte alla russa Doroshina, ha dominato il primo set per poi chiudere con un netto 7-0 il tie-break del secondo. L’ultimo ostacolo che la separa dalla finale è la greca Papamichail, avanti per il ritiro dell’aostana Martina Caregaro, messa fuori gioco da un’indisposizione.

 

Domani, quarti maschili e semifinali femminili. L’ingresso è gratuito fino a venerdì, mentre per le ultime due giornate il prezzo del biglietto sarà di 10 euro.

 

 

DISTALNET TENNIS CUP (MASCHILE) – Tabellone principale. Ottavi di finale: Sousa (Por) b. Cecchinato (Ita) 6-7 6-3 6-4, Riba (Esp) b. Becker (Ger) 6-3 3-6 7-6, Podlipnik Castillo (Cil) b. Teixeira (Fra) 6-4 6-2, Lorenzi (Ita) b. Molteni (Arg) 6-2 6-2, Giraldo (Col) b. Starace (Ita) 6-4 7-6, Naso (Ita) b. Granollers (Esp) 6-4 6-3, Martin (Svk) b. Delic (Cro) 6-4 6-4.

 

ASTRA TENNIS CUP (FEMMINILE) – Tabellone principale. Quarti di finale: Balducci (Ita) b. Floris (Ita) 6-2 6-3, Collombon (Fra) b. Sussarello (Ita) 6-2 6-1, Papamichail (Gre) b. Caregaro (Ita) ritiro, Amiraghyan (Arm) b. Doroshina (Rus) 6-1 7-6.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*