Tie-break ancora fatale: Pallavolo Perugia ko contro Montevarchi

Pallavolo Perugia non riesce a risollevarsi e si riavvicina pericolosamente alla “zona rossa” della classifica. Dopo l’inaspettata sconfitta pre-pasquale contro Marsciano, la Floreale è caduta tra le mura amiche sotto i colpi del Valdarno Insieme Montevarchi. Una vera e propria battaglia sportiva, quella che è andata in scena al “Capitini”, che ha visto prevalere le toscane solo al quinto set. Tie-break ancora fatale per le biancorosse, incapaci di gestire il vantaggio (2-1) e di chiudere la contesa nel quarto parziale. Il primo arbitro Claudia Morganti ci ha messo del suo per rendere ancora più accesa una sfida dal sapore di salvezza, fischiano con una certa ed inusuale continuità falli per “doppie” o di posizione, che hanno condizionato non poco il rendimento e la tenuta nervosa di entrambe le squadre, con la Floreale che nel quarto e quinto set si è beccata per “proteste” addirittura due rossi. Senza l’indisponibile Bertinelli, fermata alla vigilia da un virus intestinale, Braghiroli ha rispolverato Cecilia Crisanti nel ruolo di alzatrice. Nel sestetto titolare si è rivista anche Fiorini, che ha composto la diagonale con la già citata Crisanti, Pani e Rossit. Per il resto Pero e Sfascia hanno agito al centro e Mastroforti da libero. Il primo set ha dato delle chiare indicazioni sull’andamento della partita: squadre a giocarsi punto su punto e potere all’equilibrio. Non è un caso se il parziale si è concluso oltre il venticinquesimo punto, con Rossit che ha spinto avanti la Floreale mettendo a segno gli ultimi decisivi due (26-24). Nel secondo parziale Montevarchi si è portata avanti (5-0), ma poi ha subito la rimonta biancorossa, che ha riaperto nuovamente l’altalena delle emozioni, fino alla vittoria toscana centrata sul 26-28.  Dall’alternanza dei punti si è passati ad una rotazione dei set. Nel terzo, la Floreale ha dato la sensazione di poter prendere il largo. Sempre in vantaggio alla pause tecniche, Sfascia e compagne hanno chiuso la pratica con un confortante 25-18. La “sponda biancorossa del Capitini” ha iniziato a pregustare il successo, ma Montevarchi ha tirato fuori l’orgoglio e la Floreale ha scoperto i nervi. L’inizio del quarto parziale ha ridato spazio all’equilibrio, ma nella fase conclusiva le toscane hanno messo a segno cinque punti di fila e guadagnato il pareggio (18-25). L’arbitro, come detto, ci ha messo del suo: un rosso a Rossit è costato un punto proprio nella fase calda. Gli animi si sono surriscaldati e il tie-break è diventato l’ennesima trappola su cui è caduta la Floreale. Il sestetto di Braghiroli ci ha provato fino all’ultima palla, ma i due punti decisivi li ha messi a segno Montevarchi (15-17), conquistando anche quelli, più importanti, della posta in palio. Una sconfitta che coinvolge nuovamente e pericolosamente la formazione biancorossa nella bassa classifica. La “zona rossa” è a soli quattro punti e sabato a Pistoia sarà dura tenere testa alla più quotata Blu Volley Quarrata.

INTERVISTE

Massimo Braghiroli, coach Pallavolo Perugia: “Partita molto equilibrata, condizionata fortemente da una direzione arbitrale inadeguata. Non è possibile veder fischiare così tanti falli per doppie e posizioni. Senza considerare che ci sono stati comminati due cartellini rossi, in una fase delicata della partita. Non cerco scuse, ma è evidente che una gara così importante per la salvezza, ha visto nella coppia arbitrale due protagonisti in negativo”.

Floreale Perugia – Valdarno Insieme Montevarchi: 2-3 (26-24 26-28 25-18 18-25 15-17)

Perugia: Rossit 26, Fiorini 21, Sfascia 10, Pani 9, Crisanti 5, Pero 4, Mastroforti(L1)  1, Fiorucci 5, Castellucci 2, Morelli, Monti, Gliorio(L2). All: Massimo Braghiroli e Giovanni Piergiovanni.

Montevarchi: Ambrosi 15, Casprini 14, Conti 12, Menicalli 11, Casimirri 10, Neri 7, Botti(L1), Felladi 5, Mori, Nencioni(L2), Torniai, Felsberger, Bonechi. All.: Alessandro Brazzini e Luca Romagnoli

Arbitri: Claudia Morganti e Marco Perotti

Floreale (b.s. 11, b.v. 15, muri 5, errori 30)

Valdarno (b.s. 6, b.v. 7, muri 13, errori 24)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*