Ternana, pareggio d’onore con il Pescara

La Ternana perde con la Salernitana all'Arechi
La Ternana perde con la Salernitana all'Arechi

Dopo Avenatti, si sblocca anche Ceravolo. E’ sua la rete del momentaneo vantaggio della Ternana contro il Pescara, all’esordio in campionato al Liberati. Non basterà a vincere, visto che poi il Pescara fisserà il risultato sull1-1. Ma di fronte ad un avversario sulla carta molto più forte, la Ternana risponde egregiamente davanti al pubblico amico. Nela giornata in cui non sono ancora convocabili i nuovi, Bojinov e Janse, gli altri si fanno apprezzare ed applaudire. La Ternana tiene il campo bene e non subisce mai occasioni clamorose. Il pari del pescara, infatti, arriva solo su punzione. Pescara decimato dalle assenze (tre con le loro nazionali, quattro infortunati), ma con un organico ugualmente di primissimo ordine. Nella Ternana, manca Piredda. Tesser adatta slla trequarti Eramo.

E’ di Pasquato, la prima conclusione pericolosa, con tiro da fuori che Brignoli va a parare sull’angolo opposto. Successivamente, il portiere si ripete risolvendo una mischia davanti alla porta. L’estremo difensore pescarese, invece, è bravo al 22′ ad uscire in perfetto tempo su Ceravolo.

Ma dopo un tempo quasi intero senza grandi occasioni, ecco che al 38′ lo stesso Ceravolo è bravo a battere sul tempo la retroguardia ospite ed il portiere Fiorillo, prendendo la palla e depositandola in rete. Il primo tempo finisce con il Pescara che sfiora con l’ex Maniero il pareggio per una conclusione imprecisa a botta sicura e davanti a Brignoli.

Nella ripresa, il Pescara coglie la traversa dopo 7 minuti con un tiro cross da sinistra di Grillo. Il Pescara, però, pareggia al 10′, con una punizione precisa di Pasquato che inganna Brignoli, piazzato un po’ troppo sul palo opposto.

Il portiere della Ternana, però, è bravo sette minuti dopo, quando va a deviare in angolo un rasoterra insidioso di Politano. Il Pescara gioca meglio, ma la Ternana prova a ripartire in contropiede. Si fa pericolosa con un tiro di Falletti (entrato al posto di Eramo) parato i due tempi da Fiorillo.

Poco prima della mezz’ora, ci prova Avenatti da fuori area, con conclusione alta. Pecca di egoismo, poi Avenatti, quando entra in area al 41′ e invece di dare al centro al liberissimo Diop (entrato al posto di ceravolo che è uscito in barela dopo una botta forte presa al volto), tira sul difensore. Ultima azione in pieno recupero, con angolo di Viola e colpo mdi testa di Masi sul fondo. Finisce 1-1. Visto il valore del Pescara, la Ternana può essere soddisfatta.

Il tabellino:
TERNANA-PESCARA 1-1
TERNANA (4-3-1-2): Brignoli 5,5; Fazio 7, Masi 6,5, Ferronetti 6,5, Bastrini 7; Valjent 6,5 (32’st Crecco), Viola 6, Gavazzi 6,5; Eramo 6 (21’st Falletti 6); Ceravolo 6,5 (37’st Diop sv), Avenatti 6,5. A disp. Sala, Meccariello, Popescu, Vitale, Russo, Crecco, Taurino. All. Tesser 6,5
PESCARA (4-3-3): Fiorillo 6; Pucino 6, Pesoli 5,5 (32’st Salamon), Zuparic 6,5, Grillo 6 (34’st Zampano sv); Nielsen 6,5, Appelt Pires 6, Lazzari 6,5; Politano 5,5, Maniero 5,5, Pasquato 6,5 (25’st Guana 6). A disp. Aresti, Selasi, Mancini, Guana, Pogba, Sowe, Melchiorri. All. Baroni 6,5.
Arbitro: Fabbri di Ravenna 6
Reti: 38′ Ceravolo, 10’st Pasquato.
Ammoniti: Grillo, Gavazzi, Pucino, Zuparic, Eramo.
Spettatori: 5.960
Recupero: 2′ e 5′.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*