Una Ternana granitica pareggia in 10 a Brescia

La Ternana perde con la Salernitana all'Arechi
La Ternana perde con la Salernitana all'Arechi

di Moreno Sturaro (sporterni.it)
Tanta sofferenza ma alla fine la Ternana è uscita dal Rigamonti con un punto prezioso. Conquistato dopo aver giocato 50 minuti, tutto il secondo tempo più il recupero, in inferiorità numerica per l’espulsione di Gigi Vitale.

In avvio si di partita si è capito subito che sarebbe stato un pomeriggio difficile per i rossoverdi, dopo neanche due minuti infatti Masi veniva ammonito per un fallo su Corvia. All’11’ Ceravolo calciava un pallone velenoso dalla trequarti mettendo in difficoltà Minelli che si salvava in corner. Poi solo Brescia. Coly ci provava di piede e di testa e Corvia da centro area allargava troppo il piatto mandando fuori. Nel frattempo veniva ammonito anche Meccariello. Dopo un quarto d’ora quindi Ternana con i difensori centrali gravati dal giallo.

Il centrocampo rossoverde si trovava spesso in inferiorità numerica lasciando senza protezione la difesa. Così al 21′ Corvia poteva ancora battere a rete sfiorando il palo. La velocità del brevilineo Valotti metteva in grossa difficoltà il pacchetto arretrato. Così al 38′ Corvia collezionava un’altra opportunità ma spediva a lato. Nel finale di tempo quella che poteva essere la svolta negativa: nel giro di 20 secondi Vitale veniva ammonito da Ghersini per due volte ed era costretto a lasciare i compagni in dieci.

All’inizio della ripresa Tesser correva ai ripari togliendo una punta, Ceravolo, per inserire Janse al debutto con la maglia rossoverde e in un campionato italiano. A sinistra andava Fazio (nella foto), mentre Gavazzi provava a supportare l’isolato Avenatti in avanti. Il Brescia conquistava sempre più campo è all’8′ Corvia calciava di sinistro ma non inquadrava lo specchio della porta. Al 10′ Brignoli parava a terra una conclusione di Bentivoglio e un minuto dopo Meccariello svirgolava il rinvio, Sestu però a porta vuota mandava fuori il pallonetto. Al 12′ Valotti e Corvia non trovavano la deviazione a pochi metri dalla porta. Al 13′ Tesser inseriva Crecco al posto di Eramo e un minuto dopo Iaconi rispondeva giocandosi la carta Caracciolo al posto di Valotti.

Al 20′ la Ternana metteva il naso fuori della propria metà campo con una bella azione propiziata da una galoppata di Gavazzi, cross per Avenatti e torre dell’uruguaiano per Valjent che si vedeva ribattere il tiro da un difensore. Il Brescia si faceva prendere dalla frenesia e cercava con insistenza la testa di Caracciolo anche con traversoni da metà campo. Brignoli era bravo a leggere diverse situazioni pericolose in uscita.

Al 39′ l’occasione più clamorosa per i lombardi proprio con Caracciolo che di testa timbrava la traversa, sulla palla che tornava nell’area piccola poi Meccariello rischiava il calcio di rigore impedendo con le buone e con le cattive a Razzitti di intervenire. Al 43′ Brignoli parava un colpo di testa di Razzitti e subito dopo Bentivoglio mandava alto da fuori area.

Poi al 93′ Crecco andava via in contropiede e sfiorava l’incrocio. Per il Brescia onestamente sarebbe stata una beffa, ma il punto alla fine la Ternana se l’è sudato e meritato mantenendo inviolata la porta che finora in quattro partite ha subito una sola rete e su calcio piazzato. Tutta un’altra storia rispetto al film dello scorso campionato.

BRESCIA-TERNANA 0-0

BRESCIA (3-5–2): Minelli; Zambelli, Budel, Di Cesare; Sestu, Bentivoglio, Olivera, Scaglia, Coly (11’st Morosini); Corvia (24’st Razzitti), Valotti (14’st Caracciolo And.). A disp.: Arcari, Caracciolo Ant., H’Maidat, Benali, Gargiulo, Quaggiotto. All.: Iaconi

TERNANA (4-3-1-2): Brignoli; Fazio, Masi, Meccariello, Vitale; Valjent, Viola, Gavazzi (35’st Russo); Eramo (13’st Crecco); Avenatti, Ceravolo (1’st Janse). A disp.: Sala, Bastrini, Popescu, Falletti, Diop, Bojinov. All.: Tesser

Arbitro: Ghersini di Genova (Paiusco-Di Vuolo)

Espulso: 46’pt Vitale (T) per doppia ammonizione

Ammoniti: Masi e Meccariello (T); Coly e Olivera (B)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*