Unipegaso

SPORT, TERNANA E AVELLINO, PARI CON ONORE

La Ternana perde con la Salernitana all'Arechi
La Ternana perde con la Salernitana all'Arechi

TERNANA CALCIOTERNI – Un pareggio ed un punto d’onore, per la Ternana. Finisce 1-1. I rossoverdi si dividono la posta con un Avellino che non è terzo in classifica per caso. I biancoverdi hanno quasi sempre fatto la partita, dimostrando grande solidità di squadra. Una Ternana che era anche passata in vantaggio su rigore e che recrimina, in occasione del gol del pareggio avversario, per un precedente tocco di mano. Nel finale, a contribuire al punto ci pensano anche le parate di un ritrovato Brignoli.
Ternana in campo con lo stesso undici di base delle due precedenti e vittoriose partite. Nell’Avellino mancano lo squalificato Schiavon e l’infortunato Izzo. In difesa, dove Rastelli schiera Decarli e tiene in panchina Peccarisi, c’è l’ex Fabio Pisacane.

La Ternana soffre subito l’avvio migliore dell’Avellino. La squadra ospite è pericolosa dopo 13 minuti con un colpo di tesa di Castaldo, al quale risponde bene Brignoli. Altra occasione poco prima della mezz’ora, quando Galabinov non arriva ti testa per un soffio a raccogliere un cross. La Ternana prova a proporre qualcosa con i cross di Gavazzi e con qualche conclusione da lontano di Antenucci. Brignoli è miracoloso al 36′ su conclusione di Galabinov, con respinta di piede di puro istinto.

Nella ripresa parte ancora meglio l’Avellino e la Ternana soffre. Tuttavia, al 6′ minuto è la squadra di Tesser ad avere una buona occasione, con Zito che raccoglie la respinta di Terracciano su tiro di Gavazzi, ma tira fuori dallo specchio della porta. All’11, l’ex Pisacane atterra in area Litteri e l’arbitro decreta il rigore per i rossoverdi. Dal dischetto trasforma il solito Antenucci. La gioia dura poco: Galabinov, al 16′, con un pallonetto, trova il pareggio sugli sviluppi di una punizione, girando in gol un pallone vagante. Dubbi, però, per un precedente tocco di mano di Decarli, non visto dalla terna arbitrale. La Ternana, ora, torna a soffrire la verve degli avversari. Meccariello rischia pure l’autogol di testa, su cross da destra. Punzione a ridosso della mezz’ora di Ciano (entrato al posto di Angiulli con passaggio di modlo al 3-4-1-2), con parata di Brignoli. Poi Rastelli gioca la carta Biancolino, che rileva Galabinov. Al 34′, però, è la Ternana a sfiorare il secondo vantaggio, con un tiro di Zito che scheggia il palo con un gran tiro dalla distanza. Si avvicina il finale e le due squadre se la giocano. Una conclusione dalla distanza di Falletti (entrato al posto di Litteri) termina abbondantemente al lato. Poi sale in cattedra Brignoli: deve superarsi per deviare sopra alla traversa un tiro secco e preciso di Castaldo, poi compie un prodigio in pieno recupero andando a prendere un tiro ravvicinato di Zappacosta. Sono i suoi guantoni, stavolta, a salvare un pareggio tutto sommato meritatro e giusto.
Al rientro negli spogliatoi, dagli spalti piove qualche fischio verso Fabio Pisacane. Lui, però, risponde con un applauso a quella che è stata la sua curva. E, naturalmente, a chi lo applaudiva.

Il tabellino:
TERNANA-AVELLINO 1-1
TERNANA (4-3-1-2): Brignoli 7,5; Rispoli 7, Meccariello 6,5, Farkas 6,5, Lauro 7; Gavazzi 7, Miglietta 6,5, Zito 7; Maiello 6 (15’st Valeri 6,5); Litteri 5,5 (24’st Falletti 5,5), Antenucci 6,5. A disp. Sala, Masi, Fazio, Viola, Russo, Nolè, Avenatti. All. Tesser 6,5.
AVELLINO (3-5-2): Terracciano 6; Decarli 6, Fabbro 6,5, Pisacane 6; Zappacosta 6,5, D’Angelo 6,5 (44’st Pizza), Arini 6,5, Angiulli 6 (15’st Ciano), Bittante 6; Castaldo 6,5, Galabinov 7 (30’st Biancolino sv). A disp. Seculin, Peccarisi, Abero, Togni, Millesi, Pizza, Soncin. All. Rastelli 6,5.
Arbitro: Aureliano di Bologna 5,5.
Reti: 11’st Antenucci rig, 16’st Galabinov
Ammoniti: Zito, Arini, Zappacosta, Antenucci, Rispoli

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*