Ternana: a Verona 8 minuti fatali costano la sconfitta

di Moreno Sturaro (UJ.com3.0) VERONA – La Ternana praticamente perfetta del primo tempo ha lasciato spazio a una squadra più disattenta nella parte iniziale dei secondi 45 minuti. Tra il primo e l’ottavo minuto della ripresa sono arrivati infatti i gol di Ferrari e Sgrigna che in pratica hanno condannato una compagine ancora martoriata dagli infortuni, leggi problema muscolare per Alfageme , poi rimasta in dieci per l’espulsione diretta di Brosco nel momento in cui tentava la rimonta dopo l’eurogol di Alessandro Bernardi. L’avvio di gara ha fatto ben sperare perché già dopo trenta secondi Vitale è andato alla conclusione spedendo la palla poco sopra la traversa; ma soprattutto dopo che Scozzarella , al minuto 11, colpiva il palo esterno. Al 15′ un triangolo tra Scozzarella e Litteri non si perfezionava per un soffio per la tempestiva uscita di Rafael. Al 20′ si vedeva il Verona, il tiro dalla distanza di Sgrigna veniva messo in corner in qualche modo da Brignoli. Al 24′ Alfageme era costretto a lasciare il posto a Sinigaglia. Al 33′ buona occasione per i gialloblu con un tiro di Jorginho che sfiorava il palo. Nella ripresa la frittata dei rossoverdi. Al 1′ Cacia eludeva la guardia di Masi e pennellava un cross per Ferrari che di testa metteva alle spalle di Brignoli, con Fazio che si faceva sorprendere dall’elevazione dell’attaccante. Subito la replica della Ternana con Ragusa (nella foto), ma Rafael evitava guai peggiori tuffandosi sul cross del rossoverde. Sul rovesciamento di fronte ancora un pallone dalla sinistra veniva toccato in qualche modo da Halfredsson che prolungava per Sgrigna che, lasciato solo, depositava in rete il pallone del 2-0. Le Fere reagivano e dopo un tiro di Sinigaglia deviato da Rafael in corner al 12′ si facevano di nuove pericolose al 21′. Sul tiro radente di Miglietta dal limite il portiere del Verona si salvava in angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina era poi Bernardi a spedire da 25 metri un siluro alle spalle di Rafael quasi a centrare il sette. Tre minuti dopo però la Ternana si faceva trovare scoperta e sulla ripartenza di Sgrigna, ancora nella metà campo gialloblu, Brosco interveniva alla disperata per fermare la punta. Il fallo veniva giudicato come intervento violento da Gavillucci che estraeva il rosso e spediva il difensore negli spogliatoi. La Ternana, nonostante l’inferiorità numerica ci provava ancora e i padroni di casa lasciavano il pallino del gioco ai rossoverdi puntando sul contropiede. Le ultime due fiammate del match erano del Verona: al 35′ con un colpo di testa di Gomez che accarezzava la parte superiore della traversa e al 40′ con un diagonale velenoso di Ferrari neutralizzato da Brignoli. Ma sarebbe stata sicuramente una punizione troppo severa per la Ternana che ora deve pensare alla gara di fondamentale importanza con la Reggina in programma sabato prossimo al Liberati.

VERONA-TERNANA 2-1

VERONA (4-3-3): Rafael; Crespo, Maietta, Ceccarelli, Agostini; Nielsen, Jorginho, Halfredsson; Sgrigna (48’st Albertazzi), Cacia (32’st Gomez), Ferrari (44’st Cocco). A disp.: Berardi, Bianchetti, Bacinovic, De Vita. All.: Mandorlini
TERNANA (3-5-2): Brignoli; Masi, Brosco, Fazio; Ragusa, Bernardi, Miglietta, Scozzarella (9’st Carcuro), Vitale; Litteri (29’st Ceravolo), Alfageme (26’pt Sinigaglia). A disp.: Ambrosi, Meccariello, Bencivenga, Botta. All.: Toscano
ARBITRO: Gavillucci di Latina
MARCATORI: 1’st Ferrari (V), 8’st Sgrigna (V), 22’st Bernardi (T)
Espulso: 25’st Brosco
Ammoniti: Scozzarella (T), Halfredsson (V)
Spettatori: 13 mila

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*