SULLA RUOTA DI PERUGIA ESCE LA CINQUINA

foto Grifo Perugiadi Andrea Sonaglia (UJ.com 3.0) PERUGIA – Successo rotondo e meritato della Grifo contro la Lazio (5-1), che conquista matematicamente l’accesso ai play-out con due giornate di anticipo

GRIFO PERUGIA – LAZIO 5-1

GRIFO PERUGIA (4-2-3-1): Monsignori; Parise, Bordellini, Saravalle, Cianci E.; Fiorucci, Pederzoli; Natalizi, Proietti, Pugnali; Marinelli. A disp.: Cucchiarini, Belia, Bianchi, Santacroce Mannucci. Maddaleni, Ceccarelli, All.: Scapicchi.

LAZIO (4-4-2): Melis; Cassanelli, Ferrazza, Castiello (1’ st Picchi), Lanzieri; Berarducci, Topazio (25’ st Tagliaferri), Savini (1’ st Santoro), Pezzotti; Marchese, Cianci A.  A disp.: Cela, Monaco, Tata, Tassi. All.: Salemon

ARBITRO: Fedeli Mario di Forlì

MARCATORI: 10’ e 27 pt Proietti (GP), 25’ pt Berarducci (L), 38’ pt Marinelli (GP), 39’ st Pugnali (GP), 41’ st Natalizi (GP)

NOTE: espulsa al 28’ st Lanzieri (L) per doppia ammonizione.

La Grifo non sbaglia la partita più importante dell’anno e conquista con due giornate di anticipo un posto nei play-out. In casa contro la Lazio la squadra di Scapicchi ha fatto la voce grossa (5-1), chiudendo la pratica già nel primo tempo. Al 10’ le grifone si sono portate in vantaggio con la fantasista Proietti, che ha beffato l’estremo difensore laziale con un tiro cross dal limite. Immediata la reazione delle capitoline, che nel giro di dieci minuti hanno messo alle corde la squadra biancorossa e centrato il pareggio (25’) con la Berarducci, che direttamente da calcio piazzato ha trovato leggermente impreparata la Monsignori. Ristabilita la parità, la Lazio ha dovuto fare i conti con la reazione di Natalizi e compagne, che nel giro di un quarto d’ora hanno servito il poker. Al 27’ la Proietti, ancora lei, al quarto gol consecutivo, si è presentata in area e con un dribbling non ha lasciato scampo a Melis. Al 38’ c’è stata gloria anche per la Marinelli, ben servita da un lancio della Saravalle. Un minuto più tardi autentico show della Pugnali: quattro avversarie messe al tappeto, tiro dal limite e palla sotto il set (4-1). Nella ripresa, la Grifo ha controllato la gara e sprecato più di un’ occasione. Scapicchi ha dato spazio alla panchina e la Natalizi al 41’ si è tolta la soddisfazione del gol (5-1), con le biancorosse in superiorità numerica per l’espulsione (doppia ammonizione) del terzino laziale Lanzieri. Un risultato, quello maturato sul campo di San Sisto, che consente alla squadra perugina di conquistare con merito l’appendice salvezza e vista la contemporanea sconfitta del Fiammamonza, di potersela giocare anche in casa. Quattro punti a due giornate dalla fine rappresentano un buon margine per difendere il quintultimo posto.

INTERVISTE

Michele Scapicchi, tecnico della Grifo: “E’ un risultato giusto, che abbiamo ottenuto con merito. Siamo stati anche fortunati nel trovare il gol del vantaggio, ma bravi nel legittimare la vittoria e nel calarci con la giusta determinazione sulla partita. La conquista dei play-out è un grande passo avanti verso la salvezza”.

Valentina Roscini, Presidente della Grifo: “E’ un trionfo, che meritiamo. Perché abbiamo interpretato bene la gara, giocando con grande determinazione e dimostrando qualità maggiori rispetto ad un avversario che nel secondo tempo ha un po’ perso la testa. Adesso cerchiamo di giocarci la salvezza in casa”

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*