Unipegaso

Successo per la sesta edizione del “Chiara Montagnoli Cup”

Un vero trionfo di sport, allegria e fratellanza la sesta edizione del “Chiara Montagnoli Cup”, torneo dedicato all’omonima atleta della Grifo Perugia che ha lasciato prematuramente gli affetti dei suoi cari a causa di una feroce malattia. Cinque squadre partecipanti, 25 mini-partite dalla durata di 20 minuti l’una e più di 200 persone sugli spalti: questi i numeri di un successo targato ancora una volta ‘Grifo Perugia’. L’evento, svoltosi nell’intera giornata di domenica 17 settembre presso il campo sportivo di Collestrada, ha visto la partecipazione delle formazioni Under 19 della Roma Calcio Femminile, Res Roma, Ravenna Women e chiaramente della Grifo Perugia. Lo scacchiere è stato completato dalla squadra di Serie C del Picchi San Giacomo. Il torneo ha avuto il suo sviluppo con una classica formula italiana dove ogni squadra ha affrontato tutte le altre. Le due che hanno ottenuto il miglior punteggio, ovvero le due romane, hanno avuto accesso alla finale, terminata con la Res Roma che è riuscita ad imporsi per 2-0 sulla Roma Calcio femminile. Al termine della manifestazione si è svolta poi una ricca premiazione. Da sottolineare i premi per il miglior giocatore (votato dalle stesse squadre), andato a Giada Greggi della Res Roma, per il capocannoniere, che si è aggiudicato Camilla Labate (sempre della Res Roma), e per il miglior portiere, andato all’estremo difensore delle Grifoncelle Elena Urso. La Grifo Perugia, come tiene molto a ricordare il presidente Valentina Roscini, è molto legata a questa kermesse che ogni anno si rinnova e si amplia sempre nel ricordo di Chiara Montagnoli, ragazza dal sorriso travolgente che vive ancora nei cuori di tutti coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerla. Un consistente contributo in termini di beneficenza è stato raccolto per l’occasione a favore dell’A.U.C.C. (Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro), che anche quest’anno ha patrocinato l’evento.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*