Sir Safety Conad Perugia, sfumata Mosca resta la SuperLega

Un capitolo dolce per la prestazione offerta, ma amarissimo per il risultato finale

Sir Safety Conad Perugia, sfumata Mosca resta la SuperLega

Sir Safety Conad Perugia, sfumata Mosca resta la SuperLega

Ha ripreso stamattina il lavoro al PalaEvangelisti la Sir Safety Conad Perugia. Rientrati dalla lunga trasferta in terra russa di Cev Cup, gli uomini in bianconero sono tornati sotto le volte dell’impianto di Pian di Massiano per preparare a dovere l’ultima fatica della regular season di SuperLega contro Latina di domenica pomeriggio.Tutti agli ordini di Boban Kovac i Block Devils. Un Kovac che chiude con il suo pensiero personale il capitolo Dinamo Mosca.

Un capitolo dolce per la prestazione offerta, ma amarissimo per il risultato finale: “Secondo me quella di Mosca è stata la migliore gara della mia gestione. Purtroppo alla fine abbiamo commesso qualche errore di troppo, ci è mancato il killer instinct nel finale del golden set e alla fine il verdetto del campo è che in semifinale nella Cev Cup ci vanno loro. Magari non meritando per quanto visto a Mosca, ma va anche sottolineato che a Perugia la Dinamo fece una grande partita.

Restando alla nostra prestazione voglio sottolineare l’ottima battuta, che ha messo Mosca in forte difficoltà, il bel lavoro del muro che ha toccato tanto e il contrattacco su alti livelli. Su questi aspetti dobbiamo costruire tutto il nostro gioco, su questi aspetti lavoriamo nei momenti di tempo che abbiamo. Ovviamente ci resta un grande rammarico, ma ai ragazzi alla fine negli spogliatoi ho detto che sarò ancora più arrabbiato quando e se giocheremo male perché so che possono esprimersi sui livelli di mercoledì sera. Mi spiace infine per come si comportano in queste competizioni e su questi campi i guardalinee. In Italia c’è molta più correttezza”.

Volta pagina ora Perugia e dedica tutte le sue energie al campionato ed ai prossimi playoff. Domenica va in scena l’ultima giornata con la Sir, numeri alla mano, ancora in ballo per la quarta posizione. Situazione certamente difficile per i Block Devils attualmente quinti e con Verona distante di due lunghezze. I bianconeri per scavalcare gli scaligeri devono vincere da tre punti e sperare che la Calzedonia perda con qualsiasi punteggio il suo incontro (in casa contro Monza). In caso di vittoria 3-2 di Perugia con Latina, sarà quarto posto sono in caso di sconfitta “piena” di Verona. Tutte le altre combinazioni di punteggio lasceranno i veneti quarti e la Sir quinta.

Ma per Kovac domenica è un match da circoletto rosso anche e soprattutto per altri aspetti:

“Con Latina domenica è una partita importante per noi. Purtroppo abbiamo buttato qualche occasione di troppo nelle ultime gare ed ora, per il quarto posto, siamo in una condizione dove non dipende solo da noi. Ma, a prescindere dal risultato in classifica, dobbiamo dare continuità alle nostre prestazioni ed abituarci a vincere che è una cosa che ci manca. Contro Modena facemmo una buona prova, ma poi giocammo male a Piacenza. Adesso veniamo da una gara di alto livello fatta a Mosca e mi aspetto domenica nuovamente un match di qualità, mi aspetto di continuare su un determinato percorso e mi aspetto di vincere”.

Per poi fare ingresso in quel fantastico tourbillon che sono i playoff scudetto dove Perugia (questo è già sicuro da alcune giornate) affronterà proprio Verona nei quarti di finale:

“Dobbiamo arrivare all’inizio dei playoff assorbendo gli aspetti positivi delle nostre prestazioni”, conclude Kovac. “Dobbiamo crescere mentalmente e credere di più nei nostri mezzi. Perché penso che, risolto questo problema mentale, ce la possiamo giocare con tutti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*