SI CHIUDE A PIACENZA LA MERAVIGLIOSA STAGIONE BIANCONERA

di Simone Camardese (UJ.com3.0) PERUGIA – Cala il sipario sul primo, storico, anno in serie A1 della Sir Safety Banca di Mantignana Perugia. I Block Devils del presidente Sirci cedono in gara 3 dei quarti di finale playoff al PalaBanca di Piacenza contro i padroni di casa della Copra Elior ed escono dalla corsa al tricolore. I padroni di casa, trascinati da un super Zlatanov (19 punti) e al solito micidiali dai nove metri (6 ace), conducono sempre le operazioni, vincendo con margine sia il primo che il terzo parziale. Nella seconda frazione invece, con Piacenza avanti 24-20, capitan Vujevic e compagni piazzano un break di 0-4, grazie soprattutto al braccio armato di “Drago” Petric, e mettono i brividi al pubblico piacentino. Ai vantaggi emozioni e belle giocate in entrambe le metà campo con la Copra che si aggiudica il set ancora grazie ad un punto direttamente dal servizio.
Kovac anche in gara 3 ha optato per il modulo tattico con Edgar al centro ed i tre martelli alle bande, ma i bianconeri hanno avuto un rendimento troppo basso al servizio, non riuscendo a mettere in difficoltà la ricezione piacentina e consentendo quindi a De Cecco di poter giostrare a piacimento il gioco d’attacco con i tanti frombolieri di casa sempre molto caldi. Tra le file della Sir Safety Banca di Mantignana Perugia si sono ben disimpegnati soprattutto Petric, best scorer dei suoi con 14 punti, e Schwarz, anche stavolta autore di belle giocate. I due attaccanti bianconeri sono stati anche gli unici ad andare a referto nel computo dei muri vincenti, 3 per “Drago” e 2 per “Bassi”.
Merito ed applausi dunque a Piacenza, che si qualifica per le semifinali e si pone come grande candidata per la vittoria dello scudetto.
Ma stasera, alla fine di tutto, gli applausi più grandi vanno a Kovac, al suo esemplare staff ed ai suoi fantastici ragazzi. Se Perugia è stata la grande rivelazione della serie A1, con le “perle” dei quarti di finale in coppa Italia e nei playoff ed il sontuoso sesto posto in regular season, il merito è tutto di questo gruppo che da agosto si è messo al lavoro a testa bassa, smentendo tutti i pronostici degli addetti ai lavori con il bel gioco ed i risultati. Riportando inoltre l’entusiasmo ed il pubblico al PalaEvangelisti, di nuovo teatro della grande pallavolo italiana.
Perciò stasera, pur al termine di una sconfitta, la standing ovation è tutta per i Block Devils!
LA CRONACA
Stesse formazioni di giovedì scorso per le due compagini con Kovac che opta ancora per il modulo con Edgar al centro, Petric opposto e Schwarz in banda. Avvio equilibrato e primo vantaggio bianconero con Schwarz prima a muro su Fei e poi vincente in contrattacco (3-5). Daldello e Alletti non si intendono in primo tempo ed è pareggio (5-5). Papi mura Petric due volte di fila e Piacenza mette il naso avanti (8-6). Il servizio di Holt, sempre micidiale, scava il primo solco (12-8). Perugia cerca la reazione con il contrattacco a segno di Petric (12-10). Restano avanti i padroni di casa alla seconda sospensione tecnica dopo il bell’attacco di papi (16-13). Un attacco giudicato out di Edgar allarga la forbice (19-14). I Block Devils vanno in crisi sul servizio float di Papi e non riescono a mettere palla a terra, mentre Piacenza è letale in contrattacco (23-14). È un servizio in rete di Vujevic a mandare le due squadre a cambio di campo (25-16).
Sestetti invariati al rientro in campo. La Copra Elior picchia subito forte dai nove metri con Fei che firma due ace (4-1). Dopo il contrattacco ancora vincente dell’opposto di casa, Kovac è costretto a fermare il gioco (5-1). I bianconeri si riorganizzano e, approfittando anche di un paio di imprecisioni avversarie, si avvicinano dopo il bell’attacco di Daldello (6-5). Holt e Papi a muro ristabiliscono le distanze (9-5). Kovac gioca la carta Semenzato al posto di Alletti. Petric mura uno contro uno Fei e Perugia a -2 (11-9). Fei e Zlatanov però sono subito incisivi in attacco (13-9). L’attacco out di Schwarz porta al secondo timeout tecnico (16-11). Petric e Schwarz tirano fuori due ottimi attacchi vincenti su palloni complicati che riducono il gap (17-14). La Sir safety Banca di Mantignana sistema il primo attacco ma non riesce a scalfire il gioco offensivo avversario (22-19). È un primo tempo di Simon a portare Piacenza al set point (24-20). Petric annulla il primo con un maniout (24-21). Fei spara out dalla seconda linea (24-22). Contrattacco vincente di Semenzato (24-23). Papi out ed il set va ai vantaggi (24-24). Fei riporta avanti i suoi (25-24). Ancora un missile di Petric (25-25). Schwarz out dai nove metri (26-25), imitato nell’azione successiva da De Cecco (26-26). Papi in maniout (27-26). È sempre Petric (27-27). Zlatanov di classe (28-27). Ace sporco di Holt, sempre lui, che chiude la frazione (29-27).
Nel terzo set Kovac presenta nuovamente Alletti in coppia con Edgar. Piacenza comincia a mille sempre con servizi imprendibili (4-1). Schwarz usa bene il muro avversario e l’errore nell’azione successiva di Holt porta le due compagini a contatto (6-5). Sul 7-6 di nuovo spazio a Semenzato per Alletti. Zlatanov è perfetto su palla alta e spinge i suoi (10-6). Petric ed Edgar a bersaglio (10-8). Ancora Zlatanov spolvera l’incrocio delle righe (12-8). Anche il tedesco Schwarz con un bel maniout (13-11). Out la pipe di capitan Vujevic e Piacenza scappa via (16-11). I Block Devils onorano fino in fondo la loro splendida stagione, ma nulla possono contro l’armata piacentina. È Fei a far passare i titoli di coda (25-16).
IL TABELLINO
COPRA ELIOR PIACENZA-SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA 3-0
Parziali: 25-16, 29-27, 25-16
Durata Parziali: 22, 33, 23. Tot.: 1h 18’
COPRA ELIOR PIACENZA: De Cecco 3, Fei 14, Holt 6, Simon 4, Papi 13, Zlatanov 19, Marra (libero), Tencati. N.E.: Vettori, Corvetta, Ogurcak, Maruotti, Latelli (libero). All. Monti, vice all. Delmati.
SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA: Daldello 1, Petric 14, Alletti 1, Edgar 3, Vujevic 5, Schwarz 10, Giovi (libero), Semenzato 1, Tamburo 1, Van Harskamp. N.E.: Tomassetti, Van Rekom, Pochini (libero). All. Kovac, vice all. Fontana.
Arbitri: Luca Sobrero – Marco Braico
LE CIFRE – PIACENZA: 13 b.s., 6 ace, 54% ric. pos., 36% ric. prf., 53% att., 10 muri. PERUGIA: 10 b.s., 0 ace, 46% ric. pos., 31% ric. prf., 35% att., 5 muri.
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*