Sciolte al riserve, Goran Vujevic è il nuovo direttore sportivo della Sir Volley

Al via la sesta settimana di preparazione della Sir Safety Conad Perugia

PERUGIA – Arrivano le prime novità in casa Sir Safety Credito Cooperativo Umbro Perugia. Notizie il cui tam tam mediatico era già cominciato durante la settimana, ma che oggi assumono il crisma dell’ufficialità. La prima, importantissima, riguarda il punto di riferimento, il trade d’union, il simbolo in campo delle ultime quattro stagioni dei Block Devils. Dopo 134 partite con la fascia di capitano di Perugia, una promozione dalla A2 alla A1, un quarto, una finale ed una semifinale scudetto, un quarto, una finale ed una semifinale di coppa Italia, i playoff 6 di Champions League, insomma dopo aver messo la firma in calce alle pagine più importanti della storia della società. E dopo una carriera meravigliosa con l’apice della vittoria alle Olimpiadi del 2000, Goran Vujevic, splendido quarantaduenne dalla tecnica sopraffina ed idolo indiscusso del tifo bianconero, lascia il taraflex. Ma non certo la pallavolo né tantomeno la Sir! È lui infatti il nuovo direttore sportivo della società del presidente Sirci che affida al tempo stesso a Bino Rizzuto il ruolo di general manager.

La riorganizzazione nell’organico che sarà a fianco della squadra la prossima stagione dimostra le ambizioni del numero uno di Perugia e porta il Campione per eccellenza della pallavolo perugina a vedere il campo sotto un altro punto di osservazione. Sirci, Vujevic e Rizzuto si sono già messi al lavoro e, restando al campione serbo-montenegrino-perugino, la sua esperienza, il suo sapere pallavolistico e la sua conoscenza del mondo del volley internazionale saranno certamente molto utili alla Sir nel mercato al via ed in generale nella crescita societaria e nel rapporto con la squadra in vista di un’altra stagione che sarà ricca di impegni. La Sir conferma infatti la propria partecipazione alla prossima Coppa Cev, importante manifestazione continentale che mantiene, dopo la Champions di quest’anno, Perugia in un orbita di livello internazionale e che rappresenta un chiaro segnale della voglia di crescere e dell’ambizione della società.

Temporalmente di poco successiva alla nomina di Vujevic come Ds è poi la scelta della società stessa di non rinnovare il rapporto di collaborazione tecnica con Nikola Grbic. Alla base della decisione, per parole proprio del presidente Sirci, soprattutto questioni di ordine organizzativo relative agli impegni di Nikola con la nazionale serba. Resta al tempo stesso la grande stima verso Grbic, ottimo tecnico e persona di grande spessore morale che, alla sua prima stagione in panchina, ha portato Perugia in semifinale di Coppa Italia, a sfiorare la Final Four di Champions League e fino alla meravigliosa gara 3 di semifinale scudetto a Trento. Un percorso importante ed un lavoro importante quello di Nikola al quale la società augura le migliori fortune lavorative e nella vita.

Non ci sarà dunque Grbic a guidare Perugia la prossima stagione con la società già al lavoro alla ricerca del nuovo allenatore. Ci sarà invece ancora Goran Vujevic! Farà un certo effetto magari vederlo in altra veste, dopo aver gioito ad ogni sua magia in campo, ma il fatto che sia rimasto nella grande famiglia bianconera è motivo di orgoglio e grande soddisfazione. Con il coro dei Sirmaniaci “Come te non ne fanno più” che si alzerà ancora nelle volte del PalaEvangelisti.

Buon lavoro Goran!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*