Rugby serie A, la Barton Cus Perugia trionfa a Firenze

Conway Pretorius Barton Cus Perugia @Capecchi Comunicazione

FIRENZE – Ottima prestazione della Barton Cus Perugia che oggi pomeriggio, sul campo ostico del Padovani di Firenze, si è imposta sull’Aeroporto con il punteggio di 16-5, nella partita valida per la sesta giornata della fase salvezza del campionato di rugby maschile di serie A. È stato un incontro duro, giocato in trincea. Alla fine ha fatto da padrona la mischia ordinata del Perugia che ha costretto il Firenze, a metà del secondo tempo, a chiedere “la mischia no contest”. Il primo parziale ha visto i padroni di casa cercare di dominare gli avversari sfruttando anche il fattore vento che ha fatto sbagliare qualche calcio di punizione ai biancorossi. Ma Perugia è sempre restato in partita con la testa ed in maniera ordinata, fortificando la linea di trincea. Nella ripresa la Barton ha preso spazio e Firenze ha cominciato a commettere qualche errore di troppo. Decisiva è stata la meta di Gioè ottenuta con una punizione veloce a 7 metri dalla linea che è riuscita ad andare oltre. Il premio fiorentino di “Man on the match” della giornata è andato a Conway Pretorius. Se lo sarebbe meritato anche la prima linea perugina – Palazzetti, Fagnani e Di Vito – che non ha sbagliato neanche una mischia.

«Questa conquistata a Firenze – dichiara Federico Bevilacqua, vice presidente del Rugby Perugia – è una vittoria importante in chiave salvezza. Il ringraziamento va a tutta la squadra e al lavoro fatto durante la pausa di campionato dai tecnici Martin, Arena e Di Giusto. Si vede il lavoro che Adrian ha svolto con la mischia ordinata».

«Oggi è una gran bella giornata – commenta anche il presidente biancorosso Alessio Fioroni – per tutta la comunità rugbystica perugina. La vittoria di Firenze in serie A e la seconda squadra che vince il campionato di C2, sono delle iniezioni di entusiasmo ed adrenalina difficili anche da spiegare, ma che giustificano sforzi, arrabbiature, errori e quant’altro. Solo chi è attivamente dentro lo sport lo può capire. Un’intera stagione, può dipendere da delicati passaggi come quello di oggi. A Firenze abbiamo superato una prova molto dura. La salvezza è più vicina. Ora testa bassa e convinzione perché nessuno degli altri mollerà nulla. Tutti si sentono meritevoli di salvarsi. Sarà un’altalena fino alla fine che ci metterà alla prova. Intanto festeggiamo la Seconda a squadra e la vittoria della Prima a Firenze».

«Siamo tutti soddisfatti – afferma anche Andrea Arena, assistant coach di Luca Martin – perché i ragazzi hanno lavorato lavorato bene queste tre settimane di rifinitura, organizzate in accordo con preparatore atletico Salvatore Turco. Buona la prima linea ed anche la 3/4 che ha ottimizzato nel secondo tempo quando sprecato nel primo. Un grazie va a tutti i ragazzi».

La Barton Cus Perugia tornerà in campo domenica 12 aprile a Pian di Massiano dove arriverà il fanalino di coda Piacenza.

Gli altri risultati: Cus Torino – Cus Genova 24-27, Piacenza – Capitolina 16-23

Classifica: Capitolina (19 punti), Cus Torino (19), Cus Genova (16), Barton Cus Perugia (14), Firenze (13), Piacenza (8).

 

Aeroporto Firenze – Barton Cus Perugia 5-16

Aeroporto Firenze Rugby: Nava (33’st Logi), Semoli, Citi , Meyer, D’Andrea (18’st De Castro), Rios, Mené, Santi (18’st Faraon), Vignoli (18’st Cecconi), Ippolito, Battisti, Soldi (33’st Savia), Viale, Fanelli (10’st Bottacci), Chiostrini (25’st Manigrasso). A disp.: Ghini. All. De Rossi.

Barton Cus Perugia: Gioè (37’st Lamanna), Magi, Antonelli (37’st Vizioli), Del Pinto, Masilla, Sauton, Michel (37’st Corbucci), Pretorius, Bresciani (37’st Bettucci), Ferraris, Pedrazzani, Renetti (10’st Giorgetti), Di Vito (37’st Biondi), Fagnani (37’st Cappetti), Palazzetti. All.: Martin

Marcatori – Primo tempo: 13′ m. Battisti, nt. (5 – 0), 26′ cp Del Pinto (5 – 3). Secondo tempo: 9′ m. Michel 5, tr. Del Pinto (5 – 10), 23′ st cp Del Pinto (5 – 13), 30′ st cp Del Pinto (5 – 16).

Arbitro: Damasco (Arezzo)

 

(Luana Pioppi)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*