Ritorna a Sigillo, il 30 agosto 2014, la “Notte Bianca dello sport… paralimpico”

da sx Claudio Cecchetti, Riccardo Coletti, Carla Casciari, Francesco Emanuele, Nicola Bazzucchini
da sx Claudio Cecchetti, Riccardo Coletti, Carla Casciari, Francesco Emanuele, Nicola Bazzucchini
da sx Claudio Cecchetti, Riccardo Coletti, Carla Casciari, Francesco Emanuele, Nicola Bazzucchini

di Luana Pioppi
PERUGIA – Ritorna l’appuntamento con la “Notte Bianca dello sport… paralimpico”, giunta alla quinta edizione, in programma sabato 30 agosto presso il parco di villa Anita a Sigillo. La manifestazione è promossa dal Comune di Sigillo, dalla Regione Umbria e dal Cip Umbria.

La Notte Bianca è stata presentata giovedì mattina (7 agosto) presso la sala Fiume di palazzo Donini a Perugia. Hanno illustrato l’iniziativa Carla Casciari, vice presidente della Regione Umbria con delega al welfare, Riccardo Coletti, sindaco di Sigillo, Francesco Emanuele, presidente regionale del Cip (Comitato italiano paralimpico), Claudio Cecchetti, assessore allo sport di Sigillo, e Nicola Bazzucchini, membro della giunta del Cip Umbria.

 

«Questa notte, – ha dichiarato Carla Casciari – che ho già vissuto, è emozionante. È un esempio per i giovani che troppo spesso si arrendono davanti ad una piccola difficoltà. Ringrazio il Comune di Sigillo che l’organizza impegnando risorse». La vice presidente della Regione ha poi sottolineando l’importanza delle «politiche inclusive che permettono a tutti di affrontare la vita in autonomia». In questo contesto è fondamentale un «welfare innovativo – ha detto ancora – che pone la persona al centro dell’attenzione a prescindere dal proprio stato».

 

«Sono cinque anni che abbiamo comunciato questa avventura”, ha esordito Riccardo Coletti, sindaco di Sigillo, parlando dell’iniziativa. «La manifestazione – ha proseguito – è cresciuta e sta avendo dei risultati importanti. Presso la sede regionale del Cip c’è affisso un manifesto che dice che “Tutti i campioni sono uguali”: questa è la filosofia a cui ci siamo ispirati».

 

Francesco Emanuele, presidente regionale del Cip, ha voluto ringraziare la vice presidente Casciari e il Sindaco di Sigillo per aver «aperto le porte a questa iniziativa. Siamo l’unica Notte Bianca – ha continuato – in tutta Europa ed infatti stiamo crescendo ogni anno. Quest’anno abbiamo delle novità eccezionali come la presenza della nazionale di calcio per amputati e della rappresentativa della federazione italiana danza sportiva settore paralimpico».

 

«Nel programma – ha rimarcato subito dopo Claudio Cecchetti, assessore allo sport di Sigillo, illustrando la manifestazione – abbiamo voluto inserire la presentazione dell’Asd Flaminia, una società che si occupa di calcio giovanile. I ragazzi resteranno per tutta la durata della Notte perché vogliamo dare loro un esempio di vita. Devono capire che fortuna hanno. Il nostro obiettivo è questo e far crescere sempre di più questa manifestazione».

 

Nicola Bazzucchini, membro della giunta del Cip Umbria, continuando ad illustrare il programma dell’evento ha parlato del secondo trofeo “Antonello Palanga” di handbike, organizzato per ricordare la figura di Antonello, tecnico del Cip, morto in un incidente stradale 14 anni fa. È stato tra i primi in Umbria a seguire i ragazzi con disabilità avvicinandoli alla pratica sportiva. «Vogliamo ricordarlo – ha detto Bazzucchini – perché ha dato molto allo sport paralimpico».

«La manifestazione – ha sottolineato ancora – partirà dal pomeriggio con l’apertura di vari stand per provare le varie discipline sportive alle quali tutti possono partecipare». Saranno presenti: sitting volley, boxe (a cura della Asd Sport Box Perugia), attività subacquea, tiro con l’arco (disabilità fisica e non vedenti), tiro a segno con pistola, arrampicata sportiva, arti marziali. Sarà presente un’auto attrezzata per persone con disabilità.

 

Durante la serata è previsto l’intervento di alcuni ospiti «che non vogliono alcun cache» tra cui quello di Marco Negri, ex giocatore del Perugia Calcio, dell’eugubino Ubaldo Cecilioni, pluricampione paralimpico di tiro con l’arco, judo e lancio del peso, di Mirko Zambon, football freestyle, e di Luca Panichi, ex ciclista noto per i suoi successi che all’età di 25 anni ha avuto un incidente che gli ha fatto perdere l’uso delle gambe. Parteciperà al trofeo di handbike con la sua carrozzina, la stessa con cui ha effettuato tante scalate del Giro d’Italia di ciclismo tra cui: il Block House, il Passo del Tonale, il Ghiacciaio del Grossglockner, il Passo dello Stelvio.

 

 

IL PROGRAMMA DELLA “NOTTE BIANCA DELLO SPORT… PARALIMPICO”

 

ore 18,15: esibizione degli sbandieratori di Gubbio

ore 18,30: partenza secondo trofeo “Antonello Palanga” di handbike

ore 18,45: presentazione Asd Flaminia

ore 20,45: premiazioni trofeo “Antonello Palanga”

ore 21,15: apertura ufficiale

ore 21,30: esibizione agility dog e pet terapy

ore 22: esibizione palla a mano in carrozzina

ore 22,30: esibizione rappresentativa nazionale di calcio per amputati

ore 23: esibizione rappresentativa della federazione italiana danza sportiva settore paralimpico

 

Dal pomeriggio si potranno praticare le seguenti discipline: sitting volley, boxe (a cura della Asd Sport Box Perugia), attività subacquea, tiro con l’arco (disabilità fisica e non vedenti), tiro a segno con pistola, arrampicata sportiva, arti marziali. Sarà presente un’auto attrezzata per persone con disabilità.

 

Ospiti d’onore della serata: Marco Negri, Luca Panichi, Mirko Zambon (football freestyle) ed Ubaldo Cecilioni.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*