Pro Vercelli-Perugia 0-1, Mister Bisoli: “Dedichiamo la vittoria a Sofia”

Il Mister: "Siamo vicini alla famiglia. Auguro alla sorella di rimettersi presto e continuare a lottare, sperando che oggi Sofia ci abbia guardato dall'alto con il sorriso."

Post Perugia Trapani, Bisoli potrebbe aver rassegnato le dimissioni

Pro Vercelli Perugia 0-1, Mister Bisoli: “Dedichiamo la vittoria a Sofia”

Finisce 0-1 la gara tra Pro Vercelli e Perugia. Decide il gol di Zapata nel primo tempo. Partita di sofferenza per gli uomini di Bisoli, che salgono a 30 punti in classifica quando manca ancora una gara da giocare prima della fine del girone di andata, migliorando già la situazione punti della scorsa stagione. Battuta d’arresto, quindi, per la Pro Vercelli che perde in casa. Per i padroni di casa una traversa al 45′ e, al 7′ della ripresa, l’espulsione di Castiglia per un intervento su Drole.

PRO VERCELLI (4-2-3-1): Pigliacelli; Berra, Bani, Coly, Filippini; Castiglia, Scavone; Mustacchio, Rossi F. (34’st Ardizzone), Di Roberto (32’st Sprocati); Marchi (18’st Beretta). A disp.: Melgrato, Germano, Gatto,Emmanuello, Matute, Legati. All.: Claudio Foscarini.

PERUGIA (4-3-3): Rosati; Del Prete, Belmonte, Rossi M., Spinazzola; Zebli (22’st Di Carmine), Della Rocca, Rizzo; Zapata, Ardemagni, Drolè (13’st Taddei). A disp.: Zima, Pettinelli, Comotto, Mancini, Joss, Buzzi. All.: Pierpaolo Bisoli.

ARBITRO: Di Paolo di Avezzano

MARCATORI: 25’pt Zapata (P).

NOTE – Ammoniti: 19’pt Drolè (P), 44’pt Marchi (PV), 8’st Scavone (PV), 27’st Rossi M. (P), 34’st Taddei (P). Espulsi: 8’st Castiglia (PV). Recupero: 1′; 5′.

Ecco le parole di mister Bisoli rilasciate ad Umbria Radio dopo la gara di Vercelli:

“In Serie B ci sono partite di sofferenza e bisogna saperle interpretare bene. Oggi nelle difficoltà la squadra si è stretta, ha raccolto le sue forze nel momento di difendere il risultato. Era un campo difficile da giocare, dove il ritmo era alto per noi. La squadra è maturata, la vittoria ci permetteva di arrivare già a 30 punti. Ha fatto una cosa straordinaria, essere tra le prime 8 a 4 dalla quarta. Abbiamo forze contatissime, Di Carmine è arrivato ieri con 38 di febbre. Manca però ancora una partita, perché girare a 33 sarebbe importante e poi staccheremo per rifiatare ma il girone di ritorno è un altro campionato.

La bellezza di questa squadra risiede nei giocatori giovanissimi che scendono in campo: è merito del lavoro che i ragazzi fanno durante la settimana. Quando scendono in campo danno sempre tutto e io voglio rendere orgoglioso la mia società e i miei tifosi con il mio lavoro. Quando si conquistano le vittorie con sudore e difficoltà, sono momento belli, perché la vittoria vale di più. Io so cosa ho passato. Ho ricevuto tante critiche, ma ho tirato dritto per la mia strada.

Sappiamo però che non è finita qui, perché contro Vicenza non sarà facile, anche se è una squadra che ora è ai margini dei playout. Anzi, vorrei dire che queste squadre che negli anni precedenti fanno grandi campionati, non sempre riescono a fare lo stesso l’anno successivo (vedi Latina e Vicenza e questo mi permette di fare ancora complimenti al Perugia che ha fatto buone cose in questa prima parte di stagione, nonostante le difficoltà.

Continuerò ancora a chiedere un po’ di sacrificio ai miei ragazzi: oggi torneremo alle 6 di mattina ma domani saremo già in campo, come anche a Natale. La società sa dove deve intervenire: se avremo forze fresche che si integreranno bene in questo gruppo, ben vengano, in modo tale che, continuando così, a maggio il Perugia possa far parlare di se, perché ciò che conta è dove sei a maggio, andando avanti con le forze che abbiamo a disposizione. Per me non esistono casi, Lanzafame ha fatto 17 partite da titolare.”

“Dedichiamo la vittoria a Sofia, siamo vicini alla famiglia. Auguro alla sorella di rimettersi presto e continuare a lottare, sperando che oggi Sofia ci abbia guardato dall’alto con il sorriso.”

Pro Vercelli-Perugia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*