PRESENTATI GLI INTERNAZIONALI DI TENNIS DI TODI

tenniscartoon_1(UJ.com3.0) ROMA – Settimo anno per gli uomini, quarto per le donne. Ma primo assoluto con la formula combined. Gli Internazionali di tennis dell’Umbria sono già da record. Perché parliamo dell’unico evento in Italia che affianca un Challenger Atp (30 mila euro il montepremi) a una prova Itf femminile (10 mila dollari). E, per celebrare degnamente questa novità, non c’era cornice migliore del Foro Italico. Proprio durante la giornata dedicata agli ottavi di finale degli Internazionali Bnl d’Italia in corso a Roma, Todi ha svelato il suo nuovo progetto, che si concretizzerà dal 29 giugno al 7 luglio.

“Il segreto – spiega il presidente del circolo umbro Marcello Marchesini – è la passione, la voglia di migliorarsi ogni giorno. Quella che ci accomuna ai nostri partner, partendo dai title sponsor, Distalnet per il maschile e Astra Italy per il femminile. Potremo assistere a 140 partite nell’arco di nove giorni. Un calendario fitto, un impegno importante che però siamo ben felici di affrontare”. Un torneo che non è solo un’occasione per il mondo dello sport, ma anche per il turismo. “L’Italia – continua Marchesini – deve puntare sul turismo, e noi daremo il nostro contributo perché abbiamo dimostrato negli anni che gli Internazionali aumentano la percentuale di permanenza media nella città”. A fargli eco c’è il sindaco di Todi, Carlo Rossini. “L’amministrazione comunale ha accompagnato la crescita di questo evento, e il fatto che Todi stia dando un bel segnale di vivacità in un periodo di crisi è un motivo di grande orgoglio”. Orgoglio per tutta la regione, come testimonia l’assessore allo sport della Provincia di Perugia, Roberto Bertini: “Il turismo – sostiene – è un nodo strategico per noi. L’atleta è seguito solitamente da un gruppo, che può apprezzare le bellezze del territorio”.

 

L’ospite d’onore alla conferenza stampa è Vittorio Selmi, storico tour manager Atp. “Conosciamo bene le difficoltà che possono incontrare questi tornei – spiega – e per questo apprezziamo ancora di più gli sforzi fatti da quello umbro per continuare nella sua crescita. L’emozione più grande arriva riguardando l’albo d’oro dopo qualche anno, per scoprire che dagli appuntamenti considerati minori sono passati i campioni del domani”. Per Todi, parliamo di giocatori del calibro di Gaston Gaudio, Filippo Volandri, Grigor Dimitrov. Senza dimenticare l’ex numero 1 del mondo Thomas Muster, arrivato però nel suo tour di rientro alle competizioni nel 2011, all’età di 43 anni.

Il direttore del torneo femminile sarà Marco Marchesini, quello del maschile sarà Francesco Cancellotti, ossia il più forte giocatore umbro della storia, che non nasconde le sue aspettative per l’edizione di quest’anno. “Sono sicuro che organizzazione e ospitalità saranno anche stavolta di alto livello. Al momento è difficile fare nomi dei possibili protagonisti, ma da parte nostra cercheremo di privilegiare i giocatori italiani, dando le wild card a personaggi in cerca di rilancio dopo un periodo difficile”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*