PERUGIA VOLLEY, IL CUS BATTE BOLOGNA

Cus Perugia VOLLEYPERUGIA – Un martedì grasso con epilogo allegro per le ragazze del Cus Perugia che, al termine di un’autentica battaglia senza esclusione di colpi, tirano uno scherzo alle colleghe del Cus Bologna.
La selezione biancorossa ha registrato un debutto positivo nella edizione 2014 dei Campionati Nazionali Universitari, mostrando una tenuta mentale da grande squadra e vincendo un match di altissimo livello.
Davvero da elogiare le ragazze del presidente Pier Luigi Cavicchi che hanno superato una seria pretendente alle finali mettendosi a disposizione dello staff tecnico e lottando su ogni pallone.
La partenza sprint delle padrone di casa che con le difese impermeabili di Piccari e gli attacchi di Barbolini, aveva inganna il pubblico presente portando subito sul 7-0. La battuta delle perugine tiene sotto pressione le felsinee che commettono qualche errore (12-8). Le ospiti si affidano a capitan Scola per rimontare col muro che ferma due volte le perugine e spinge all’aggancio (15-15). Cicoria sale in cattedra e firma il sorpasso ma Tini e Barbolini rispondono per le rime e riprendono il timone (22-20). Si lotta ancora ed il muro di Argentati vale la parità (24-24). Ai vantaggi continui sorpassi e a decidere è un attacco fuori di Bologna che vale l’uno a zero.

Alla ripresa Perugia manda in campo Radi in regia e Bigini al centro. Rossit si fa vedere ma sono i regali delle umbre a fare la differenza (6-9). Perugia mette il naso avanti ma Scola si erge a muro e ristabilisce il gap (12-15). La difesa emiliana raccoglie tutto e per le biancorosse diventa dura (18-21). Le occasioni di rientrare ci sono nel finale ma Perugia le sciupa e così le ospiti guadagnano quattro palle-set (20-24). Con un guizzo a muro di Bigini il set torna in asse ma due bombe consecutive di Coppi sanciscono la parità.

Nel terzo frangente si procede punto a punto, l’equilibrio si spezza con Tini che spinge a +3 ma Fabbretti rimette in asse 13-13. Qui Barbolini (nove palle a terra) scava il solco salendo a +5 ma non è finita perché Senegagliesi recupera di nuovo (21-21). Ancora una volata l’arrivo è in volata ed entrambe hanno la chance per chiudere, ad avere la meglio sono le perugine che scrivono il due ad uno.

Quarto periodo che vede identico sviluppo nella fase iniziale, c’è Zini alla guida delle bolognesi mentre capitan Testasecca torna in campo. Il primo strappo è opera di Rossit e Barbolini che portano sul 12-7. Piccari continua a garantire buone percentuali in ricezione e Tini ribatte ad una imprendibile Fabbretti che ricuce (15-15). Alcune incertezze delle studentesse locali mandano al comando Bologna (17-20). Ci pensa Bigini a raddrizzare la situazione e in un finale palpitante Tini mette giù la palla della vittoria.

La match winner del pomeriggio è stata Valentina Barbolini che ha offerto una prestazione di sostanza, ma bene hanno fatto tutte le ragazze convocate che hanno avuto occasione di dare il proprio contributo.

La squadra perugina ora dovrà andare in trasferta a Siena, servirà un’altra vittoria per cercare di confermare l’ottimo inizio di torneo e conquistare le finali in programma a fine maggio a Milano.

Nel frattempo la dirigenza del clan perugino coglie l’occasione per ringraziare le società sportive Libertas Bastia, Vis Fiamenga Foligno, Media Umbria Marsciano, Volley Team Orvieto, Polisportiva Ponte Valleceppi, Todi Volley e Trevi Volley dimostratesi sensibili alla causa sportiva universitaria concedendo il nulla osta alle proprie tesserate per poter disputare questo prestigioso torneo.

CUS PERUGIA – CUS BOLGNA = 3-1

(30-28, 24-26, 29-27, 25-23)

PERUGIA: Barbolini 25, Rossit 18, Tini 17, Tiberi 8, Testasecca 3, Crisanti 1, Piccari (L), Bigini 10, Radi 1, Santi 1, Brunetti, Molinari. All. Gian Paolo Sperandio e Giuseppe Castellano.
BOLOGNA: Fabbretti 16, Scola 13, Argentati 11, Cicoria 8, Pasqualini 3, Palladino 1, Gadani (L), Coppi 17, Zini 4, Senigagliesi 2. All. Alessandro Orefice e Davide Arnoldo.

Arbitri: Felice Mangino e Michele Lotito.

CUS PERUGIA (b.s. 6, v. 4, muri 11, errori 14).

CUS BOLOGNA (b.s. 2, v. 4, muri 12, errori 21).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*