Primi d'Italia

Un brutto Perugia trova il pareggio a Latina (2-2), ma i play-off sono più vicini

La sconfitta del Frosinone a Benevento e la vittoria del Cittadella alimentano la speranza di giocare la post season, ma i Grifoni sembrano atleticamente molto stanchi

Due rigori dell'ex De Giorgio bloccano il Perugia sul 2-2 a Latina
Due rigori dell'ex De Giorgio bloccano il Perugia sul 2-2 a Latina

Un brutto Perugia trova il pareggio a Latina (2-2), ma i play-off sono più vicini

da Marco De Ciuceis

Questa serie B sembra ormai molto simile ad una gara ciclistica, con gli alleati che si trovano strada facendo e con le “intese” da stringere a seconda della strada che si incontra. Così oggi il Perugia di Cristian Bucchi ha trovato i suoi alleati nel Benevento, che ha battuto all’ultimo tuffo il Frosinone e nel Cittadella che si è imposto in casa sul Vicenza.

In questo modo il punticino di Latina, in una partita che il Perugia avrebbe potuto far sua, ma che avrebbe anche potuto perdere contro una formazione già retrocessa e che giocava solo per onorare l’ultima in B davanti al suo pubblico, diventa utile ad avvicinarsi ai play-off, con i Grifoni che sono a -9 dai frusinati, mentre il Cittadella si è portato a -8.

Il risvolto negativo della medaglia è che i biancorossi a questo punto hanno messo a rischio la possibilità di arrivare quarti, ora sono quinti, ma potrebbero in teoria arrivare pure al settimo posto, piazzamento che in funzione play-off pesa e non poco. Ma, come si dice a Milano, “piuttosto di niente è meglio piuttosto“.

Per quanto riguarda la partita di oggi, il Perugia è apparso mal messo fisicamente, e questo lo si sapeva, con molti dei suoi elementi infortunati o in campo per scommessa, ma ora inizia a preoccupare anche la condizione atletica, con  i pontini che sembravano viaggiare al doppio della velocità. La formazione di emergenza schierata anche oggi ha fatto il resto, con il Perugia che ha segnato due reti e colto una traversa, ma ha subito due rigori, entrambi trasformati dall’ex De Giorgio, e il Latina ha avuto almeno tre nitide occasioni per segnare altri gol. 

Insomma in maniera grintosa, ma anche avventurosa, il Grifo ha trovato un punto che può essere oro o può essere piombo, questo lo si capirà solo giovedì prossimo intorno alle ore 22,30.

Formazioni ufficiali

Latina: Grandi, Coppolaro, Dellafiore, Garcia  Tena,  Bruscagin,  De Vitis, Bandinelli, Maciucca (Negro 30’s.t.), De Giorgio,  Di Nardo (Rolando 1’st ),  Pinato (Jordan 30’s.t.)
A disposizione: Pinsoglio, Insigne, Celli, Di Matteo,  29 Megelatis, Nica
Allenatore: Vivarini

Perugia: Brignoli, Del Prete (Dossena 41’p.t.), Monaco, Di Chiara, Mustacchio, Brighi, Acampora, Alhassan (Di Nolfo 12’s.t.), Dezi, Guberti (Terrani 6’s.t.), Nicastro. A disposizione: Elesaj, Gnaorè, Ricci,  Dossena, Volta, Mancini, Terrani, Di Nolfo, Forte.
Allenatore: Bucchi

Arbitro: Luigi Nasca della sezione di Bari.
Assistenti: Stefano Bellutti o della sezione di Trento e Valerio Colarossi della sezione di Roma 2.
IV uomo: Daniele De Migis della sezione di Teramo.
Marcatori: Mustacchio 23’p.t., De Giorgio (R) 38’p.t., Dezi 27’s.t., De Giorgio (R) 38’s.t.,
Ammoniti: Acampora 20’p.t., Brighi 16’s.t., Monaco 18’s.t.,  Bruscagin 19’s.t., Mustacchio 43’s.t., Negro 46’s.t.,
Recupero: 3 min. p.t.,  4 min. s.t.,

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*