Perugia, trail, successo dell’edizione zero

trailPERUGIA – Si è tenuta domenica scorsa 4 maggio con partenza ed arrivo a Casa del Diavolo, l’edizione zero del Ventia Trail, organizzata dalla Podistica Volumnia Sericap che ancora una volta ha proposto nuovo evento sportivo in Umbria, il trai appunto, che si sta affermando sempre di più in Italia e che vede un continuo aumento del numero dei praticanti. La pioggia caduta incessante fino al giorno prima della corsa ha costretto gli organizzatori ad un cambiamento di percorso deciso il sabato sera: a causa della piena del torrente Ventia, che doveva essere guadato per due volte, il tracciato è stato modificato e si è optato per un percorso unico di 18 Km invece dei due previsti di 15 e 30 Km, mentre è rimasto invariato il tracciato della camminata di 10 Km che prevedeva per i partecipanti la visita guidata gratuita all’Abbazia di Montelabate, che ha riscosso un notevole successo ed apprezzamento. Complessivamente sono stati oltre cento i partecipanti, alcuni provenienti anche dal Lazio e dalla Toscana, nonostante le condizioni atmosferiche non fossero delle migliori.

La manifestazione, di carattere non agonistico, si è svolta su un percorso immerso nella natura, peculiarità di tutti i trail, che partendo da Casa del Diavolo, attraverso strade forestali e poderali ha toccato l’antica Abbazia di Montelabate, la chiesina rupestre chiamata Madonna del Corsetto per poi giungere attraverso i poderi di proprietà della Fondazione Gaslini di Genova alla zona di arrivo. Percorso impegnativo, anche a causa di tratti fangosi, ma molto apprezzato dai partecipanti. Pur non essendo una competizione e quindi non era prevista una classifica, per la cronaca il primo a giungere all’arrivo è stato Matteo Galuppa che ha impiegato 1.25.40 ed ha preceduto Stefano Donadio e Daniele Massetti, mentre tra le donne a concludere per prima è stata Annabella Baiocco in 1.41.20 seguita da Silvia Ciuchi e Liliana Camanasi. Nella sezione del nordic walking i primi a giungere sotto l’arco d’arrivo sono stati Salvatore Giudice tra gli uomini e Chiara Guglini tra le donne.

Da segnalare la presenza dell’Assessore al turismo del Comune di Perugia, Giuseppe Lomurno, che ha fatto da starter alla manifestazione e poi sportivamente ha partecipato alla camminata di 10 Km; e tra i tanti camminatori c’era anche Thomas Barbini, otto anni, il più piccolo del lotto. Il pranzo nei locali della Pro Loco di Casa del Diavolo, che ha collaborato ottimamente con l’organizzazione, offerto a tutti i partecipanti ha chiuso degnamente questo evento. Il prossimo appuntamento proposto ora dalla Podistica Volumnia Sericap è il 1° giugno all’Isola Polvese con l’edizione 2014 della staffetta Su e Giù per l’Isola e con la gara di retrorunning Retropolvese, un altro “matrimonio” tra sport, natura, turismo e gastronomia che richiama in Umbria sempre molti appassionati.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*