PERUGIA, TENNISTAVOLO, B2/M, ISTITUTO LEONARDI KO

tennistavoloPERUGIA – L’Istituto Leonardi Perugia subisce una sconfitta per 5-4 tra le mura amiche contro il Lanciano Casalbordino nella quinta giornata di ritorno del campionato di serie B2 di tennistavolo e deve dire addio alla corsa per la conquista della promozione in B1: L’epilogo dell’incontro ha quasi dell’incredibile perché, come da pronostici, l’unica partita dall’esito incerto e determinante per la vittoria dell’intero match era quella tra il serbo del Perugia Vlada Borcic e il cinese del Casalbordino Li Wei giocata sul 3-3 dopo le vittorie per l’Istituto Leonardi di Borcic prima su Santoro e poi su Delli Carri entrambi per 3-0 e del capitano Alessandro Bonelli su Santoro per 3-0, mentre per la squadra ospite Li Wei Min si sbarazzava agevolmente di Bonelli e Matteo Malizia e Vincenzo Delli Carri sempre 3 per 3-0 vinceva contro Malizia.

L’incontro tra i 2 giocatori più forti del campionato ricalcava quello dell’andata con scambi cortissimi ma molto spettacolari con il cinese sempre attaccato al tavolo e pronto a spingere ogni colpo e il serbo più lontano e agile a cercare in tutte le maniere di allungare gli scambi per minare le certezze del suo avversario. L’equilibrio era pressoché totale e tutti i set tiratissimi si giocavano negli ultimi 2-3 punti. Vlada Borcic, ripete l’impresa dell’andata e complice anche un doppio errore gratuito  di Li Wei Min chiude per 11-8 al quinto set.

L’incontro pare ormai chiuso, con la squadra perugina avanti per 4-3 scende in campo Gianluca Alunni in sostituzione di Bonelli e gioca una buona partita contro il forte Delli Carri ma cede per 3-1. Sul 4-4 il match tra Matteo Malizia e Santoro che doveva essere solo una formalità vista la differenza tecnica e anche di classifica (700 posizioni), si dimostra per il giovane perugino un vero incubo che difficilmente riuscirà a dimenticare. Il braccio del pongista umbro pareva essere di pietra e ogni colpo anche il più facile veniva sbagliato, le palline più innocue di Santoro si trasformavano in colpi devastanti. Nonostante questo Malizia ha 2 opportunità per chiudere il primo set ma le spreca perde per 15-13. Negli altri 2 set non c’è più partita e Santoro chiude 11-7 e 11-6 regalando alla sua squadra una vittoria inaspettata e importantissima.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*