Primi d'Italia

PERUGIA, SFIDA ‘PODEROSA’ PER LA SICOMA VALDICEPPO

Burini
Burini
Burini

(umbriajournal.com) PERUGIA – Tornano davanti al proprio pubblico i ragazzi della Valdiceppo, consapevoli di non aver saputo sfruttare al meglio l’occasione dello scontro diretto con Fondi sabato scorso. Era una di quelle gare che potevano cambiare il corso di una stagione intera, e certamente se fossero arrivati i due punti parleremmo ora di uno scenario del tutto diverso.

Reduce dalla prestazione molto positiva con la seconda in classifica (Rieti) la Valdiceppo non è però riuscita ad esprimersi sugli stessi livelli, ed ha finito per subire la maggiore concretezza della squadra laziale, che dopo il cambio di guida tecnica ha comunque dimostrato di avere preso un passo diverso rispetto alla prima parte dell’anno, collezionando quattro successi negli ultimi sette incontri.

Con Casuscelli febbricitante i ponteggiani se la sono comunque giocata fino in fondo, alzando bandiera bianca solo nell’ultimo quarto, ma non hanno dato l’impressione di avere la rabbia e la determinazione necessaria per strappare i due punti dal parquet, soprattutto quando le percentuali dalla distanza hanno fatto difetto nel secondo quarto. Davvero un peccato, perché la Sicoma ha dimostrato nella quasi totalità delle occasioni di avere diritto di cittadinanza a questo livello, ma altrettanto spesso le è mancata la sicurezza e la fiducia per concretizzare gli sforzi e l’impegno profusi sia nella preparazione della gara che poi al momento del match.

“E’ anche per questo che rivendichiamo con forza la scelta che abbiamo fatto, quella di partecipare a questo campionato” l’opinione di coach Traino “che ci sta permettendo un confronto importante e sta tirando fuori con grande chiarezza gli aspetti sui quali bisogna crescere di più. Penso che per tutti noi questa sia una grande occasione di miglioramento e spero che sapremo sfruttarla fino alla fine”.

Confronto serrato, dice il coach, e come non dargli ragione guardando alla sfida di questa settimana, che ci vedrà in campo contro la Poderosa Montegranaro di coach Furio Steffè, subentrato in corsa a Piero Bianchi, e per qualche mese sulla panchina di Perugia due anni fa. Il roster dei marchigiani è tra i più competi del girone, capace con tutta probabilità di raddrizzare una stagione che non era cominciata con il piede giusto, e di ritrovare la zona nobile della classifica.

Cliente durissimo per la Sicoma, che dovrà dimostrare di saper tenere duro, di non farsi abbattere da una situazione di classifica complicatissima e di sapere dar battaglia per le restanti 12 partite (8 di stagione regolare e 4 di fase ad orologio) come ha saputo fare per tutta la prima parte della stagione, senza timori reverenziali.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*