PERUGIA RUGBY, SERIE A, LA BARTON BATTE LA CAPOLISTA VALSUGANA

Perugia Valsugana meta Giorgetti
La meta di Giorgetti

PERUGIA – Splendida prestazione della Barton Cus Perugia che si impone contro la capolista Valsugana Padova battendola per 26-14. Un successo, che replica quello conquistato anche nel girone di andata (era finita 18-15, ndr), che porta la squadra biancorossa a quota 35 punti in classifica.

Domenica pomeriggio, sul campo casalingo di Pian di Massiano, gli spettatori hanno assistito ad una bella partita, valida per la quinta giornata di ritorno del campionato nazionale di rugby maschile di serie A (girone B), che ha visto nei primi 20′ di gioco gli ospiti cercare di prevalere sui padroni di casa per poi dover soccombere nella seconda parte dell’incontro, dove non hanno segnato alcun punto. Unica nota dolente del match è stato l’infortunio del mediano Federico Michel, uscito di campo al 33′ del secondo tempo a causa di una probabile rottura del capitello radiale.

“I ragazzi hanno talento – ha dichiarato coach Andrea Tagliavento a fine partita – e lo stanno dimostrando. Gli è servito un po’ di tempo per adattarsi al nuovo livello di gioco che impone la serie A. Il tutto senza considerare che abbiamo avuto tanti infortuni ad inizio stagione ed appreso del salto di categoria in ritardo rispetto alle altre squadre. Tutti fattori che hanno un po’ influito sull’andamento degli incontri”.

“Abbiamo assistito ad una bellissima partita – ha commentato anche Federico Bevilacqua, direttore generale del Rugby Perugia – giocata palla su palla. Complimenti a Tagliavento per la scelta tattica della partita. Ha annullato nel secondo tempo le palle giocabili da parte del Valsugana. I ragazzi sono stati meravigliosi, un plauso a tutti”.

“Come detto alla vigilia della partita – ha sottolineato, infine, il presidente Alessio Fioroni – il Perugia ha giocato alla pari contro i primi della classifica dimostrando di superarli per la seconda volta nello stesso campionato. Possiamo confermare di essere la ‘bestia nera’ delle prime ma soprattutto quello che più ci preme è avvalorare l’idea che la squadra e la dirigenza stanno lavorando bene dando vita ad una compagine che può tranquillamente ambire alla salvezza diretta e, se possibile, regalarci ancora sorprese e divertimento. Complimenti a Tagliavento per le scelte fatte a e tutti i nostri ragazzi”.

Domenica prossima la Barton sarà impegnata in trasferta in casa del Cus Genova, squadra contro cui, nel girone di andata, si era imposta con il punteggio di 26-6.

Risultati XVI giornata: Prato Sesto – Capoterra 13 – 14 (1-4); Barton Cus Perugia – Valsugana Padova 26 – 14 (4-0); Novaco Alghero – Cus Genova 30 – 18 (5-0); Cus Torino – Gran Sasso 15 – 11 (4-1); Badia – Benevento, 56 – 3 (5-0).

Classifica: Valsugana Padova (47 punti); Cus Torino e Amatori Badia (46); Vicenza (43); Gran Sasso (38); Barton Cus Perugia (35); Capoterra (32); Prato Sesto (28); Alghero (27); Cus Genova (22); Benevento (17).

Prossimo turno (domenica 23 marzo 2014): Capoterra – Cus Torino; Gran Sasso – Valsugana; Cus Genova – Cus Perugia; Amatori Badia – Prato sesto; Benevento – Vicenza. Riposa: Alghero

 

Barton Cus Perugia – Valsugana Padova 26-14 (6-14)

Barton Cus Perugia: Gioe, Milizia (1’st Sportolari), Magilla, Biancaniello, Maggi, Faralle, Michel (33’st Lamanna), Bresciani, Davey, Ferraris (14’st Giorgetti), Pierini, Renetti (4’st Nicolli), Russo (1’st Palazzetti), Cappetti (1’st Zorzetto), Gatti (1’st Di Vito). A disp.: Mariottini. All.: Tagliavento

Valsugana: Roden, Rigo (36’st Mamprin), Dell’Antonio, Pauletti, Ferro (11’st Favaretto), Benettin, Piazza (10’st Memo), Catelan (32’st Masala), Grigolon (38’st Paparone A.), Rizzo (27’st Minante), Scapin, Gobbo (16’st Vettore), Hutton (35’st Boccalon), Pivetta, Boccalon (4’st Mazzini). All.: Battistin.

Punti Perugia – Mete: 1’st Michel, 29’st Giorgetti. Trasformazioni: 1’st e 29’st Faralle. Calci piazzati: 22’pt, 36’pt e 34’st Faralle. Drop: 18’st Faralle.

Punti Valsugana – Meta: 17’pt Rigo. Calci piazzati: 2’pt, 4’pt e 38’pt Roden.

Arbitro: Muscio (Prato).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*