Unipegaso

Perugia nuovo, difetti vecchi: contro il Cesena finisce 3-3

Il Cesena non ha rubato nulla, mentre dispiace dover per l’ennesima volta prendere nota dell’atavica difficoltà del Perugia

Perugia nuovo, difetti vecchi: contro il Cesena finisce 3-3

Perugia nuovo, difetti vecchi: contro il Cesena finisce 3-3
Da Marco De Ciuceis
PERUGIA – Un Perugia generoso, ma ingenuo, fa e disfa contro il Cesena al Curi e non va oltre il pareggio (3-3) contro i romagnoli guidati dall’ex Andrea Camplone.
Coraggioso Bucchi a gettare subito nella mischia i neo acquisti Terrani e Forte, più il portiere appena arrivato Brignoli, uomo però dall’esperienza notevole in categoria, a differenza dei due ex Lucchese. Un coraggio ripagato con una buona prestazione (e un gol) dai nuovi acquisti che, con l’aggiunta di Guberti sulla sinistra, sono andati a formare e rifondare la linea d’attacco biancorossa.
Nel corso di un primo tempo inguardabile dal punto di vista estetico, il Perugia ha comandato in lungo e in largo le operazioni, andando in vantaggio già al decimo con un autogol dell’ivoriano Kone, che ha inzuccato verso la propria porta una punizione battuta dalla sinistra da Guberti. Nella stessa frazione di gioco il Perugia ha avuto un altro paio di occasioni per arrotondare il vantaggio, con i romagnoli francamente non pervenuti al Curi.

La ripresa invece ha visto tutto un altro sparito, con l’ingresso di Cocco che ha scosso i bianconeri e propiziato l’immediato pareggio di Ciano. Neanche il secondo vantaggio dei Grifoni, con un gran gol di Ricci da fuori area, ha spento gli ardori degli ospiti che hanno prima pareggiato con Kone, riuscito così a farsi perdonare per l’autogol, e poi sono andati in vantaggio con lo stesso Cocco.
Per fortuna la rete segnata da un Forte già a terra, seppur poco fuori dall’area piccola, ha permesso ai ragazzi di Bucchi almeno di non perdere la partita.

Il Cesena non ha rubato nulla, mentre dispiace dover per l’ennesima volta prendere nota dell’atavica difficoltà del Perugia di chiudere le partite con cinismo quando ne abbiano l’occasione. Una squadra capace di esprimere bel gioco e ottime trame a tratti, che però non riesce a mordere l’avversario quando questo è alle corde.

Formazioni ufficiali

Perugia: Brignoli, Belmonte, Mancini, Volta, Di Chiara, Acampora (72’ Dezi), Guberti, Ricci (62’ Zebli), Terrani, Brighi, Forte (79’ Bonaiuto). A disposizione: Elezaj, Fazzi, Monaco, Alhassan, Mirval, Traore.
Allenatore: Cristian Bucchi

Cesena: Agazzi, Perticone, Laribi (46’ Garritano), Schiavone (88’ Cinelli), Rodriguez (46’ Cocco), Ciano, Balzano, Rigione, Kone, Ligi, Renzetti.
A disposizione: Agliardi, Filippini, Cascione, Panico, Vitale, Setola.
Allenatore: Andrea Camplone

Arbitro: Daniele Martinelli della sezione di Roma 2

Assistenti: Domenico Rocca della sezione di Vivo Valentia e Pietro Dei Giudici della sezione di Latina.
IV uomo: Federico Dionasi della sezione di L’Aquila

Marcatori: Kone (autogol) 10’p.t., Ciano 2’s.t., Ricci 6’s.t., Kone 14’s.t., Cocco 24’s.t., Forte 31’s.t.,

Ammoniti: Guberti, Balzano, Ricci, Ligi, Garritano.

Angoli: 6 – 1

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*