PERUGIA, FINALE CAMPIONATO MONDIALE DI TRIATHLON ALLE HAWAII, CI SARA’ UN UMBRO

Mingardi Emiliano
Mingardi Emiliano
Mingardi Emiliano

(umbriajournal.com) PERUGIA – Ci sarà anche un umbro domani, domenica, alla finale del campionato mondiale di triathlon della specialità “Xterra”, che si disputerà nell’isola di Maui alle Hawaii. Si tratta di Emiliano Mingardi, trentenne, che vive a Deruta ed è tesserato per il Cdp-T&Rb Group, la squadra podistica del Circolo Dipendenti Perugina.

Il forte atleta aveva centrato la qualificazione giungendo al secondo posto della propria categoria all’Xterra Italy svolto in Abruzzo. Le gare di triathlon di questa specialità sono quanto mai spettacolari e sono caratterizzate dal fatto di disputarsi sulle distanze di 1500 metri di nuoto, 30 km in mountain bike e 10 km di corsa su percorso trail, ovvero sterrato.

Nel mondo ci sono ogni anno 20 gare del circuito “World Tour” e solo in queste gare si può ottenere la qualificazione alla finale mondiale, giungendo al primo posto della propria categoria. Mingardi ha centrato la qualificazione pur giungendo secondo per il fatto di essersi piazzato alle spalle del campione del mondo in carica, che parteciperà di diritto e quindi è stato escluso dalle qualificazioni. Si tratta di una specialità quanto mai faticosa, che richiede una preparazione durissima e particolare.

“L’obiettivo in questa finale alle Hawaii è quello di ben figurare e di migliorare i tempi del mio primato personale – ammette Mingardi – e cercare il miglior piazzamento possibile, sapendo ovviamente che mi aspetta una gara di livello altissimo, con i migliori al mondo e quindi sono consapevole della difficoltà”. Per Mingardi questa finale è il coronamento ad una brillante carriera di atleta ed è riuscito a parteciparvi grazie al sostegno di molte aziende amiche, quali Mensa Umbra, Protos, Severi Bikes, Dott. Baviera, Guercini costruzioni elettriche, Mobilificio Principato e VL Massage, oltre al supporto morale di molte altre persone.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*