Perugia: conclusa la 10a edizione della “Star Cup”, un evento di sport e spiritualità

«Vedere in dieci anni di “Star Cup” volti, storie e vocazioni delle tante persone che nel tempo si sono sposate, hanno avuto figli o sono entrate in Seminario, conferma il fatto che questa manifestazione di fede e di sport è una scommessa vinta, perché siamo riusciti a rendere il calcio divertente ed educativo, dando vita ad un evento che è entrato nel calendario dei giovani dell’intera comunità diocesana perugino-pievese». A dirlo con soddisfazione è don Riccardo Pascolini, direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile e presidente nazionale del Forum Oratori Italiani, nel tracciare un “bilancio” della 10a edizione della “Star Cup”, l’evento di sport e spiritualità promosso dalla Pastorale diocesana giovanile di Perugia-Città della Pieve. L’attesa manifestazione si è svolta al “Green Club” di Olmo, dal 23 al 26 aprile, dove si sono sfidate 95 squadre di “calcio a 5” (58 maschili e 37 femminili) formate da oltre mille giocatori/giocatrici dai 14 ai 18 anni, in rappresentanza di parrocchie, associazioni, gruppi e movimenti ecclesiali. «La bellezza di questa esperienza di incontro e comunione – ha sottolineato don Riccardo – è il suo regalare a questi giovani un mondo pieno di speranza».

Come alla giornata inaugurale, così a quella conclusiva, è intervenuto il cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti, che al mattino, prima dell’inizio delle partite, ha presieduto la celebrazione eucaristica con diversi parroci, seguita da numerosi giovani e famiglie. Il porporato, soffermandosi sul significato della Giornata Mondiale delle Vocazioni, celebrata domenica 26 aprile, ha ricordato in particolare ai giovani che «siamo chiamati a vivere la nostra vocazione, come il “pastore” che conosce il proprio “gregge” e per il quale si sacrifica, fino a perdere la vita». Nel corso della giornata conclusiva della “Star Cup” è intervenuto il seminarista perugino Giosuè Busti, che ha raccontato la propria esperienza vocazionale.

Don Riccardo Pascolini ha ringraziato anche quanti si sono prodigati alla buona riuscita della “Star Cup 2015”, in primis gli organizzatori dello “Star team”, composto da diciannove ragazzi degli Oratori, insieme ai volontari che hanno collaborato per la realizzazione di questa manifestazione. «Possono ritenersi soddisfatti per una “Star Cup” – ha concluso don Riccardo –, che ogni anno cresce e che continua a lanciare messaggi importanti grazie ad ospiti come Giacomo Sintini, Giovanna Vignola, Emiliano Mondonico, Massimo Achini e Leonardo Cenci». Questi sono stati i “testimonial” dell’edizione 2015, che ha riscosso un gran successo di pubblico. Basti pensare che in quattro giornate sono state più di 5mila le persone, tra giovani ed adulti, ad aver seguito le partite e gli incontri di catechesi e di testimonianze di vita.

Ma chi sono state le squadre vincitrici, che sono salite sul podio più alto? Le “Fiamme” e i “Lumei” rispettivamente degli Oratori parrocchiali di Case Bruciate in Perugia e di Solomeo in Corciano. Anche per chi non ha superato le sfide dei “gironi iniziali”, la competizione denominata “ArgioCup” è stata vinta dalle “Tortugas” dell’Oratorio interparrocchiale “GPII” di Prepo-Ponte della Pietra-San Faustino in Perugia e dai “Paloma” della parrocchia di San Nicolò di Celle in Deruta.

Quest’anno si è disputata anche la “MiniCup”, un torneo per bambini dai 6 ai 10 anni, pensato per rendere più partecipi le famiglie delle varie parrocchie. Hanno partecipato undici squadre e alla premiazione è intervenuto il calciatore dell’“A.C. Perugia” Rodrigo Taddei.

Com. stampa a cura di Giulia Bianconi /

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*