Perugia – Cagliari, le interviste

Altro pari a reti bianche per il Perugia di Pierpaolo Bisoli, questa volta contro il Cagliari. Un punto che viene raccontato così dal tecnico dei biancorossi:

“E’ un bel pareggio contro un Cagliari che ha offerto un gran fraseggio e ci ha fatto soffrire nel primo tempo, poi abbiamo capito come affrontarli e abbiamo cominciato a giocare. Nella ripresa siamo stati superiori e potevamo pure vincere la partita con le occasioni di Ardemagni e di Volta. Vorrei sottolineare la prova di Zebli, un ’97 che si affaccia per la prima volta alla serie B e sono felicissimo. Il doppio cambio a fine primo tempo è stato fatto a causa delle scarse condizioni fisiche di Spinazzola e Fabinho. Ringrazio Taddei che è entrato con grande intelligenza tattica e si è messo a disposizione. Rossi, Salifu ed Alhassan hanno dei problemi fisici ma oggi le scelte non sono state condizionate dalle loro assenze perché avrebbe giocato Comotto. La classifica è migliorata ed a dicembre tireremo le prime somme. Oggi e sabato a Terni ho visto andare al cross dal fondo con più frequenza e dei notevoli miglioramenti anche in fase offensiva, intanto credo che la mia squadra abbia reso orgogliosi i propri tifosi perché non abbiamo arretrato di una virgola contro una corazzata. La B è molto dura, quest’anno più del solito, puoi perdere con l’ultima e vincere con la prima, ricordatevi delle gare contro Crotone e Cesena e guardate dove sono ora. Adesso sta a noi scalare delle posizioni. Parigini si è allenato poco con noi, non ha fatto il ritiro, è stato due volte in Nazionale, vedrete che sarà un giocatore importante per noi, come lo è diventato Ardemagni che criticavate ad inizio campionato. Il silenzio dello stadio per 15’ ci ha involontariamente condizionato, abbiamo bisogno del loro calore, ma avranno avuto i loro motivi”.

Parla ai microfoni di Umbria Tv il difensore centrale Gianluca Comotto, che questa sera rientrava dopo un mese di stop e che, a dispetto dell’età, ha disputato una gara di grande qualità.

“Ho ancora entusiasmo – dichiara il capitano dei Grifoni – ed è quello che mi aiuta a spingermi sempre al limite riuscendo a dimenticare l’età e le problematiche fisiche. Rientravo dopo un mese di stop e in tutta sincerità non avrei mai pensato di avere i 90’ nelle gambe. Il Perugia è in crescita e sta sera abbiamo affrontato una squadra con grande qualità e doti atletiche. Un pareggio giusto in una partita in cui noi abbiamo avuto le occasioni migliori per poterla sbloccare. Il mister soffre come soffriamo noi giocatori, finalmente abbiamo trovato la quadratura giusta, la squadra è in crescita anche se ancora dobbiamo migliorare. Il campionato è lungo, rimaniamo uniti fino alla fine. Zebli ha disputato un primo tempo eccezionale – si esprime il centrale difensivo – con personalità e qualità, ma deve comunque rimanere con i piedi per terra. Non carichiamo i giovani di troppe responsabilità”.

Parla ai microfoni di Umbria Tv il centrale difensivo Massimo Volta, autore di un’altra grande prestazione in difesa in una gara in cui si è reso pericoloso anche in fase offensiva.

“E’ stata una grande prestazione da parte di tutta la squadra – dichiara il centrale lombardo di Bisoli – dove abbiamo dato la prova che eravamo intenzionati a dare continuità alla vittoria di sabato a Terni. Siamo andati più volte vicino al goal, anche con una mia conclusione di sinistro, ma non è andata. Una partita in cui ognuna delle due squadre avrebbe potuto sbloccarla. Devo ancora migliore, soprattutto dal punto di vista tecnico. L’attenzione in questi campionati deve essere sempre massima. Il Perugia è visibilmente in crescita e anche sta sera ha dimostrato di potersela giocare alla pari con una delle favorite per la promozione diretta, ci manca ancora quel qualcosa in più per poter essere veramente pericolosi. Il Cagliari insieme a Cesena e Crotone è una corazzata, con un organico al di sopra della media e un reparto offensivo veramente importante. Siamo contenti di aver fatto una bella gara e lo sarei stato ancora di più se avessi potuto mettere la ciliegina sulla torta, speriamo di farlo presto”.

Rastelli arriva in sala stampa abbastanza soddisfatto anche se non nasconde un pizzico di delusione per  le grandi  occasioni mancate , soprattutto nel primo tempo.

“Oggi non posso rimproverare nulla – esordisce il il tecnico del Cagliari – abbiamo fatto la partita dall’inizio alla fine, abbiamo creato tre palle gol nitidissime. Siamo un po’ calati nella ripresa vista la vicinanza con la partita di sabato, ma comunque ci siamo resi pericolosi un paio di volte. Abbiamo rischiato una sola volta, sul palo. Peccato che siamo mancati di lucidità. Abbiamo comunque dato il segnale che ci siamo anche in trasferta. A Pescara e Novara non abbiamo giocato buone gare ma oggi siamo stati veramente all’altezza, concedendo pochissimo alle ripartenze del Perugia che ha uomini velocissimi, per cui un grosso plauso va ai miei difensori. Fossati aveva un leggero affaticamento e d’accordo con lui ho preferito fargli giocare una ventina di minuti altrimenti avrei confermato la squadra vittoriosa.  Il Perugia ha un organico di tutto rispetto – chiosa il mister del Cagliari – ci sono elementi talentuosi e ci sono anche alcuni giovani Ha trovato un certo equilibrio in difesa anche se segna pochissimo. Ma è’ importante comunque non prendere gol, perché quando davanti cominceranno a farli il Perugia potrà fare il salto di qualità”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*