Perugia-Ascoli, le parole di mister Bisoli

Bisoli: domani la sfida più’ importante dell’anno. Vinciamo e poi divertiamoci…

Foto Umbria Radio

Perugia-Ascoli, le parole di mister Bisoli

Conferenza stampa di vigilia della sfida di sabato contro l’Ascoli. In conferenza stampa parla Pierpaolo Bisoli; ecco quanto raccolto da Umbria Radio, emittente radiofonica ufficiale dei grifoni.

“Siamo in 18, rispetto a domenica recuperiamo Milos, Bianchi ed Ardemagni (come ricambio più Bianchi che Ardemagni), mentre Guberti e Rossi non sono convocati. Siamo 2 in meno rispetto a Lanciano. Siamo tanti in avanti, mentre siamo un po’ corti in difesa. Ho detto alla squadra di continuare ad essere consapevoli della nostra forza. Domani è la partita più importante dell’anno, perché ci mettiamo in scia delle altre. Cercheremo di vincere con tutte le nostre forze e non sarà facile, perché loro verranno qui per giocare in contropiede e quando succede noi andiamo in difficoltà. Ma speriamo che domani le cose che abbiamo provato in allenamento vadano bene.

Vedo grandi progressi durante l’allenamento, la squadra è in grande crescita e condizione. Chi si allena dà intensità e qualità all’allenamento. Domani sono sicuro che la squadra farà una grande prestazione, perché hanno una grande voglia. Abbiamo di fronte una squadra che lotta per non retrocedere, quindi non sarà facile. Il pubblico ci deve sostenere fino alla fino, perché penso che sia importante per cullare un sogno chiamato play off.  Non avendo Guberti e non essendo Fabinho pronto per i 90 minuti, abbiamo provato qualcosa di diverso rispetto alle ali. Domani vedremo quale sarà la migliore, ma non avendo gli esterni di attacco cercheremo di fare del nostro meglio.

Analisi anche sui singoli: “Fabinho è stato incredibile sabato, perché tuttora fa i primi 3 allenamenti a parte e poi si allena gli ultimi giorni con la squadra.
Prcic è stato 3 giorni fermo in nazionale, per noi è un giocatore importante. Non vorrei che questa ribalta importante gli faccia perdere la lucidità di giocare semplice.

Monaco? Ancora presto per lanciarlo a titolare. Ha iniziato a prendere confidenza con il campionato, che è completamento diverso dalla Lega Pro. E’ chiaro che non ho paura di inserirlo a gara in corso, ma sta dimostrando di avere miglioramenti. Zapata sta facendo bene, è un ragazzo che per la prima volta si sta rapportando ai professionisti. Ha avuto “l’ansia da prestazione”: ha qualità importante per fare bene, ora è in condizione ed ha quelle caratteristiche per poter accendere la squadra da un momento all’altro. Ora sta raccogliendo i frutti.”

Cosa non deve fare il Perugia rispetto alla gara d’andata?
“Rispetto alla gara d’andata, il Perugia non deve commettere l’errore di concedere a Cacia un’azione in profondità ed in contropiede; loro hanno tirato una sola volta in porta, mentre noi nel primo tempo abbiamo avuto con Comotto e Lanzafame due occasioni importanti; ma queste occasioni vanno concretizzate. Dobbiamo essere più cinici e cattivi sotto porta e stiamo lavorando molto da questo punto di vista. Può essere che in Serie B ti capita solo un’occasione e bisogna essere bravi a concretizzarla.”

Pareggio? “No, voglio sempre vincere. E’ questa la mia mentalità. Certo che il pareggio non preclude nulla, ma significa perdere l’ennesimo treno per stare in scia. Noi dobbiamo giocare con tutte le nostre forze.
27 punti a disposizione sono ancora tanti. Noi abbiamo gli stessi punti rispetto allo scorso anno. Se recuperiamo tutti i giocatori, tornando ad averli a disposizione, sono certo che faremo ancora meglio, perché potrei avere la possibilità di avere più scelte a disposizione. E potremmo anche divertirci!”

“Il Perugia ha avuto difficoltà quando le squadre giocano dietro la linea della palla: dobbiamo essere bravi a superare questa difficoltà, ma ancor più essere bravi nel cambiare noi la dinamica di una partita. Soprattutto in casa io ho commesso degli errori: quando la squadra è un po’ stanca, a volte è necessario stare anche un po’ bassi per recuperare, facendo sì che le squadre avversarie possano anche un po’ scoprirsi.”

Rammarico per le occasioni perse in questo campionato?
“E’ chiaro che c’è tanto rammarico: penso solo nell’avere 3 punti in più, che vuol dire poter essere in una situazione rosea. Molte volte ho sbagliato io, altre volte ci sono state altre situazioni. Vivere però di rammarichi non è nel mio stile, ora voglio giocare le mie carte oggi. Non ripenso al passato, quello che è stato lo archiviamo nel cassetto, e siamo lì a giocarci le nostre carte.”

Perugia-Ascoli

PERUGIA – ASCOLI: ECCO LA LISTA DEI CONVOCATI

PORTIERI: Rosati, Zima;

DIFENSORI: Mancini, Milos, Monaco, Spinazzola, Volta;

CENTROCAMPISTI: Della Rocca, Molina, Prcic, Rizzo, Taddei, Zebli;

ATTACCANTI: Aguirre, Bianchi, Fabinho, Zapata, Ardemagni.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*