Per Pallavolo Perugia una sconfitta senza attenuanti

Torna con una sconfitta la Floreale Perugia dal campo della Ecomet Marsciano, un risultato sorprendente viste le premesse della vigilia. Una gara agevole sulla carta e fondamentale per la salvezza è diventata, invece, la “via crucis” delle biancorosse. In partenza coach Braghiroli schiera Morelli per Pero in coppia con Sfascia al centro, la diagonale è coperta da Bertinelli e Pani, Rossit e Castellucci sulle bande, Mastroforti libero. Risponde Piazzese con Cicogna e Gierek a posto quattro, Iacobbi e Pottini centrali, Fagioli opposta a Boni e Rumori libero. L’andamento del primo parziale con continui capovolgimenti di fronte non rispecchia quello che avrebbe dovuto essere il copione della gara. Sicuramente le marscianesi sentono la gara in maniera particolare, se da un lato non hanno più niente da perdere, dall’altro è pur sempre un derby anche se non nella sua accezione classica. Così Boni e compagne ribattono colpo su colpo e sono loro a trovare lo strappo finale ed approfittare di qualche svarione avversario nel finale del set. Sembra una Floreale più convinta quella che si affaccia nel secondo parziale, ma è solo un fuoco di paglia. Gli ace che le ragazze in maglia bianco blu trovano dimostrano una difesa biancorossa in panne. Al fotofinish anche questo set, così come il terzo ed ultimo. Ha vinto chi ha dimostrato più determinazione, la maggiore esperienza delle ragazze di Braghiroli non è stata sufficiente a contrastare la fisicità messa in campo dalla Ecomet. Ora il campionato si consente una sosta per la Pasqua, necessaria per riprendere quella concentrazione che a Marsciano è venuta a mancare.
Così Braghiroli a fine gara: “E’ una sconfitta dura da digerire, sicuramente l’approccio alla gara non è stato corretto da parte nostra. I parziali con il minimo scarto ed i vantaggi risicati acquisiti durante lo svolgimento danno l’impressione di una squadra che pensava di poter agevolmente controllare l’incontro, contando sull’errore dall’altra parte della rete. Così non è stato, sono venuti a mancare i fondamentali, questo insieme alla verve fisica dei nostri avversari ha determinato il risultato finale. Ora c’è da lavorare per impedire che ciò si ripeta ancora, ma i risultati delle nostre concorrenti hanno fatto alzare la quota salvezza.”
ECOMET MARSCIANO – FLOREALE PERUGIA = 3-0 (25-23, 25-23, 26-24)
MARSCIANO: Iacobbi 17, Gierek 15, Cicogna 7, Fagioli 6, Boni 5, Pottini 4, Rumori (L). N.E. – Larini, Marinelli Brizzi, Lomurno, Ambroglini. All. Cristian Piazzese e Sandro Severini.
PERUGIA: Rossit 10, Sfascia 8, Castellucci 8, Pani 7, Morelli 7, Bertinelli 1, Mastroforti (L1), Fiorini 3, Crisanti 1, Fiorucci. N.E. – Pero, Monti. All. Massimo Braghiroli e Giovanni Piergiovanni.
Arbitri: Pierfrancesco Pascasio ed Azzurra Marani.
ECOMET (b.s. 9, v. 7, muri 10, errori 16).
FLOREALE (b.s. 5, v. 2, muri 6, errori 17).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*