Per Pallavolo Perugia l’epilogo più amaro

Finisce con l’esito più negativo il campionato di B2 della Floreale Pallavolo Perugia. La sconfitta casalinga rimediata contro la VideoMusic Castelfranco di Sotto (Pi), costringe il sestetto perugino alla retrocessione, perchè i trentasei punti accumulati in stagione, gli stessi delle toscane di Fiorentina Rinascita, non sono sufficienti a garantire la salvezza, persa per il numero di vittorie totali (2 in meno di Rinascita). Un epilogo fortemente amaro, se si pensa che a marzo le “Fioraie” avevano in mano “l’obiettivo”, con un buon margine sulla zona rossa e che di sabato in sabato lo hanno rosicchiato, vuoi per un’impressionante rimonta di Rinascita, vuoi per qualche caduta inattesa (Marsciano, ndr). “Credo che nel nostro bilancio – ammette il tecnico Massimo Braghiroli – pesi molto il girone di andata, dove abbiamo fatto pochi punti e pagato alcune scelte in sede di mercato estivo. Con la società abbiamo apportato delle correzioni, ma questo è un campionato che non ti permette di partire con il piede sbagliato. In altri gironi, con trentasei punti, saremmo a metà classifica e sicuramente chiuderemo l’anno come migliore quart’ultima, cosa che potrebbe aprirci le porte di un ripescaggio”. Soluzione su cui già da lunedì inizierà a lavorare il Ds Mario Salibra, perchè Pallavolo Perugia vuole mantenere una categoria nazionale. Soluzione, che permetterebbe alla stessa società e a Braghiroli di sedersi intorno ad un tavolo e programmare il futuro. “La prossima settimana ci vedremo per valutare tutto – conclude il tecnico – e spero per dare seguito alla collaborazione”.

CONTRO VIDEOMUSIC UNA GARA SENZA STORIA – Come da pronostico le toscane si sono imposte al “Capitini”, al termine di una gara senza storia, che ha visto la Floreale tentare il colpaccio solo nel primo set. L’avvio di partita delle biancorosse ha lasciato ben sperare, ma VideoMusic ha risposto sempre punto su punto, guadagnando il vantaggio alle pause tecniche e mettendo la firma sul 1-0 proprio nel finale (23-23), quando il pubblico di casa sperava in una serata di gloria (23-25). Negli altri due parziali (13-25; 18-25) è stata evidente la superiorità delle pisane, sia in fase di attacco che in quella di difesa. Del resto già all’andata la vittoria della VideoMusic era stata una formalità, mentre resta da chiedersi come una “corazzata” del genere abbia potuto buttare via la possibilità di raggiungere la promozione diretta, consentendo di vincere due set a Fiorentina Rinascita (3-2), nella penultima gara della stagione. Quel punto che non è valso la B1, nel testa a testa con Cecina e che probabilmente è costato la salvezza alla Floreale. Al di là del risultato finale, è giusto tributare un grande plauso a tutte le giocatrici, che hanno sempre profuso impegno e onorato un campionato difficile come la B2, “girone toscano”. I trentasei punti conquistati, non sono valsi la salvezza, ma restano un bottino di tutto rispetto per una neopromossa.

Floreale Perugia – VideomusicFGL Castelfranco: 0-3 (23-25 13-25 18-25)

Perugia: Rossit 9, Pero 7, Morelli 5, Pani 4, Fiorini 4, Bertinelli, Mastroforti (L), Castellucci 4, Fiorucci 2, Monti, Crisanti. N.E.: Zampini, Gliorio(L2). All.: Massimo Braghiroli, Giovanni Piergiovanni.

Castelfranco di Sotto: De Bellis 15, Caverini 14, Toni 12, Andreotti 8, Danti 2, Baldini 1, Pollestrini(L). N.E.: De Santi, Rossi, Ciardi, Nigi, Montella. All.: Alessandro Menicucci e Nicola Ficini.

Arbitri: Giulia Giorgio Olivieri e Luca Pescatore

Floreale (b.s. 4, b.v. 1, muri 7, errori 19)

VideomusicFGL (b.s. 7, b.v. 4, muri 6, errori 12)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*