Pareggio a reti bianche per la Grifo Perugia in Veneto

La Grifo Perugia ritorna dalla trasferta di Padova con uno 0-0 buono solamente per muovere la classifica. La partita è sostanzialmente caratterizzata da due facce: nel primo tempo una Grifo arrembante che ha sfiorato più volte il vantaggio, mentre nella ripresa una Virtus Padova che ha preso il comando delle operazioni e ha sicuramente fatto qualcosa in più rispetto alle perugine. Al 90’ l’occasione più grande di tutto il match, con il tiro di Piselli deviato dal portiere di casa e respinto definitivamente da un difensore probabilmente con un tocco di mano non ravvisato dall’arbitro. Da segnalare il ritorno di Ceccarelli dal primo minuto dopo l’infortunio al ginocchio che l’ha costretta all’operazione in estate. La partita si è aperta con due occasioni di marca perugina: al 13’ Tosello si è superata su un tiro di Ceccarelli, mentre al 21’ ci prova Pellegrino di testa trovando ancora l’opposizione dell’estremo difensore. Bisogna attendere però il 39’ per assistere ad un altro sussulto delle Grifoncelle: Giulia Fiorucci spedisce di poco a lato su imbucata perfetta di Giovannucci. Nella ripresa la Virtus Padova rientra in campo con un piglio totalmente diverso. Al terzo minuto Baylon salva il risultato sulla conclusione di Basso e si ripete più tardi sulla botta di D’Agostino. Nel finale di gara torna però a farsi vedere la formazione di Valentina Belia. Al 90’ minuto sembra fatta per il gol: Piselli conclude trovando l’opposizione del portiere. La palla continua a rotolare verso la porta per essere poi salvata miracolosamente da un difensore veneto. Pellegrino ravvisa da subito un tocco di mano: viene ammonita e poi espulsa con rosso diretto per proteste. Episodio quantomeno dubbio che avrebbe potuto cambiare volto alla partita a tempo quasi scaduto. Dopo sette minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. La Grifo Perugia torna a casa con un po’ di amaro in bocca, consapevole che aldilà della buona prova si è guadagnato un solo punto.

INTERVISTE

Valentina Belia, tecnico della Grifo Perugia:

“Oggi abbiamo fatto un passo indietro. Le avversarie sono state confusionarie e noi ci siamo adeguate. Abbiamo commesso troppi errori aldilà delle occasioni e dell’episodio finale che può starci. Da sottolineare la grande prova del nostro portiere Baylon che ci ha veramente salvato su almeno un paio di occasioni. Spiace perché facciamo progressi contro le grandi e, invece, contro le squadre sulla carta più deboli di noi torniamo indietro. Non abbiamo continuità ed è il vero problema di questa stagione. Tuttavia ci sono ancora molte partite, vedremo cosa sapremo mostrare.”

TABELLINO

VIRTUS PADOVA – GRIFO PERUGIA 0-0

VIRTUS PADOVA: Tosello, Pizzeghello, Cocconcelli, D’Agostino, Ferrari, Giazzi, Bellemo (22’ st Nyculytya), Norido, Basso, Noventa, Spagnolo (42’ st Palado). A disp.: Riboldi, Cinetto, Lunardi, Polastri.

GRIFO PERUGIA: Baylon, Alessi, Monetini, Tuteri (13’ st Narcisi), Ferretti, Rosmini (30’ st Zelli), Ceccarelli, Brozzetti (33’ st Piselli), Fiorucci G., Giovannucci, Pellegrino. A disp.: Marroccoli, Timo, Bylykbashi. All.: Belia

Note: Espulsa per proteste al 93’ Pellegrino (GP)

Arbitro: Davide Santarossa di Pordenone (Redouane-Tarzia)

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*