Pallavolo, si è aperto a Perugia il raduno degli arbitri di serie a

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Si è aperto venerdì 19 settembre nelle sale dell’hotel Quattrotorri di Perugia il tradizionale raduno precampionato degli arbitri di pallavolo di serie A che proseguirà anche nelle due giornate di sabato 20 e domenica 21 settembre. L’evento, di respiro nazionale, che ospita 88 arbitri, fra loro anche 10 donne, e 25 delegati arbitrali da tutta Italia, è promosso sul territorio in collaborazione con le segreterie regionali dell’Umbria e provinciale di Perugia della Federazione italiana pallavolo (Fipav), presiedute rispettivamente da Giuseppe Lomurno e Luigi Tardioli. Un appuntamento tecnico di particolare importanza e prestigio che vede la presenza, fra gli altri, del coordinatore nazionale arbitri Fipav, Domenico De Luca, del commissario di serie A, Giuseppe Caldarola, e del suo vice, Giammarco Modi. Grande la soddisfazione dei vertici regionali della Fipav, in testa il presidente Lomurno,  per la scelta compiuta dal settore nazionale ufficiali di gara Fipav di organizzare proprio in Umbria il raduno dei migliori rappresentanti della categoria. “È la seconda volta che l’Umbria, in particolare Perugia, ospita questo evento – ha detto Giuseppe Lomurno, presidente Fipav Umbria -. Un riconoscimento all’ospitalità e alla centralità di una regione che, nelle sue file, annovera alcuni fra i migliori fischietti italiani e non solo. Su tutti gli ‘internazionali’ Simone Santi, attualmente impegnato nella fase finale dei mondiali in corso in Polonia, Fabrizio Saltalippi e Ilaria Vagni, prima donna italiana a diventare arbitro internazionale e reduce dai recenti campionati europei under 20 disputati in Repubblica Ceca e Slovacchia”. In totale, i fischietti umbri presenti all’evento saranno 10. “Per diventare come Simone Santi ci vuole impegno e passione – ha spiegato Lomurno –. Bisogna partire da piccoli e, infatti, quest’anno grazie al settore arbitrale del comitato provinciale di Perugia siamo riusciti a diplomare 40 nuovi fischietti che arbitreranno partite, cosiddette meno impegnative, ma che saranno certamente un trampolino di lancio, per qualcuno di loro, per raggiungere i livelli che la pallavolo umbra, in questo caso il settore arbitrale, riesce a esprimere”.  “La scelta dell’Umbria – ha detto De Luca – deriva dal fatto che due anni fa abbiamo ottenuto dal comitato regionale grande attenzione. Era nostro dovere rifarlo in questa regione che ha molti arbitri di serie A, tra cui Simone Santi”. “Si parlerà – ha concluso Caldarola – delle ultime regole e dei cambiamenti di quest’anno e del nuovo regolamento inerente al video check”. Nella tre giorni, oltre allo scambio di esperienze al fine di affrontare al meglio la prossima stagione agonistica, sono in programma anche le premiazioni di ex-arbitri e dirigenti arbitrali a cui Fipav ha assegnato la qualifica di ‘Arbitri d’onore’. Un titolo destinato a chi ha preso parte, nell’arco della propria carriera, a un’edizione di campionati mondiali o Olimpiadi o ha tenuto la carica di dirigente nazionale per almeno 12 anni. In questa illustre selezione, presenti alla cerimonia di sabato 20 settembre, ci saranno il ternano Benito Montesi, da 50 anni nel volley, e il folignate Massimo Menghini, arbitro, fra l’altro, alla Olimpiadi di Pechino nel 2008.

 

Cristina Biondi

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*