Pallavolo Perugia cerca la continuità

Ancora una settimana alle prese con acciacchi ed influenze, quella che ha trascorso Floreale Pallavolo Perugia. Nella lista delle vittime dei “mali di stagione” è finito anche il tecnico Massimo Braghiroli, costretto a rimanere a casa per le sedute di allenamento e sostituito dal vice Piergiovanni. Qualche problema di carattere fisico, invece, per Marta Pero ed Alessia Castellucci, che tuttavia dovrebbero essere a disposizione per la gara interna contro Pallavolo Empoli (sabato 7 marzo ore 18, palasport “Capitini”), mentre solo dell’immediata vigilia si deciderà l’utilizzo o meno di Erika Fiorini, già assente a Carrara e vittima di un nuovo stato febbrile. “Ci aspetta una partita difficile – avverte coach Braghiroli – contro un avversario che all’andata ci ha battuto sonoramente e che ha elementi di categoria superiore. Noi dovremo scendere in campo con la necessaria determinazione e cercare a tutti i costi di fare punti. Adesso ci attende un trittico importante (Empoli, Montesport e Astra), dove dobbiamo migliorare lo score dell’andata, visto il solo punto conquistato. Solo così potremo tenere a distanza la zona rossa ed evitare rischi di classifica e di carattere psicologico”.

UFFICIALE L’INGAGGIO DI MORELLI – La centrale classe 1983 Valentina Morelli, è a tutti gli effetti una giocatrice della Floreale. Dopo una settimana di prova l’ex, tra le altre, San Giustino, Bastia, San Mariano e Rieti, ha deciso di indossare la divisa biancorossa realizzata dalla “2T Sport”. “Si è presentata in discrete condizioni – ci tiene a precisare il vice di Braghiroli, Giovanni Piergiovanni – trasmettendo sin da subito la sua esperienza e professionalità, frutto di una lunga carriera nei campionati nazionali. Il suo arrivo ci consente di colmare il vuoto lasciato da Martina Zampini e di avere due validi sestetti da contrapporre negli allenamenti settimanali. Ho apprezzato la dedizione e l’umiltà con cui si è messa al lavoro, cercando subito l’intesa con le palleggiatrici e puntando a ritrovare la necessaria condizione, dopo un periodo di inattività, che risale al termine della stagione scorsa”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*