PALLAVOLO, LE UNDER 14 DELLA ORAGO VARESE SONO CAMPIONESSE D’ITALIA

L'Amatori Atletica Orego Varese durante la premiazione
L'Amatori Atletica Orego Varese durante la premiazione
L’Amatori Atletica Orego Varese durante la premiazione

(UJ.com3.0) by Avi News FOLIGNO – Sono le ragazze, atlete under 14, dell’Amatori atletica Orago Varese le vincitrici dei Campionati italiani di pallavolo 2013, le cui finali si sono svolte in Umbria in una quattro giorni, fra Trevi, Spello, Bevagna, Nocera Umbra e Valtopina, che si è conclusa,  domenica 26 maggio, al PalaPaternesi di Foligno. Nel primo match dell’ultima giornata di torneo si sono sfidate la Volleyrò Casal de Pazzi di Roma e la Vip Bologna che, a seguito del risultato di 0 a 2, si sono aggiudicate rispettivamente il quarto e il terzo posto in classifica. In finalissima, le vincitrici e le ragazze della Libertas futura volley di Lacco Ameno (Na) alle quali, visto il risultato di 2 a 0, è stata assegnata la medaglia d’argento. Ad assistere ai due incontri e a presenziare alle premiazioni, che hanno concluso l’evento, c’erano numerose personalità della Federazione italiana pallavolo (Fipav) fra cui i presidenti Giuseppe Lomurno e Luigi Tardioli, rispettivamente del comitato regionale umbro e di quello provinciale di Perugia, i consiglieri nazionali Luciano Cecchi e Gianfranco Salmaso, quello regionale dell’Umbria Vincenzo Maccarone, il presidente emerito Domenico Guiducci, oltre al presidente del Coni Umbria, Domenico Ignozza. Erano inoltre presenti Carla Casciari, vicepresidente della Regione Umbria, Roberto Bertini, Francesco Frillici e Stefania Mancini, assessori allo sport rispettivamente della Provincia di Perugia e dei Comuni di Nocera Umbra e Foligno. “È un orgoglio per il mondo pallavolistico – ha detto il presidente Lomurno – e per le società che lavorano alacremente tutto l’anno. L’under 14 femminile rappresenta davvero il livello più alto del settore giovanile, su cui la pallavolo oggi investe molto”. “È una soddisfazione – ha aggiunto il presidente Tardioli –, anche economica per il territorio. Il livello delle squadre è molto alto, a testimoniare che in Italia ci sono tante società che lavorano bene nel settore giovanile dal punto di vista tecnico. A loro il nostro plauso”.
Sono quasi mille, in totale, le società di club italiane che hanno preso parte al campionato, fino alle 21 che si sono classificate alle finali (una per regione, ad eccezione delle due per Trentino e Alto Adige) e che sono giunte alla quattro giorni in Umbria. Evento che ha coinvolto 21 arbitri e 550 atlete e fatto registrare ogni giorno circa 1200 presenze sugli spalti, fra genitori, sostenitori e stampa. “Portare un evento del genere in una cittadina come Foligno – ha commentato il consigliere Cecchi –, dove operano un comitato regionale e provinciale di questo livello, significa mettere a frutto dei valori non soltanto a livello organizzativo, ma anche umano. Questo dimostra che la federazione ha stima dei suoi dirigenti territoriali, che hanno saputo conquistare nel tempo tante posizioni a livello organizzativo”. Un filo diretto fra i comitati  nazionale e regionale dell’Umbria che si rinnoverà a breve con le finali nazionali under 13, tre contro tre, maschile che si disputeranno dal 13 al 16 giugno a Santa Maria degli Angeli. “È un’altra gratificazione – ha spiegato, concludendo, Giuseppe Lomurno – per la regione e per le società che lavorano sul territorio umbro. Si svolgono in Italia per la prima volta e la finalissima si terrà proprio davanti alla basilica papale”.

 

Maria Cristina Costanza

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*