Pallacanestro Femminile Umbertide, intervista con Ilaria Milazzo

UMBERTIDE – Tra i volti nuovi in casa Acqua&Sapone Umbertide uno dei più interessanti ha i bei lineamenti mediterranei di Ilaria Milazzo. Play/guardia dal talento pari alla grinta e alla volontà che mette sul parquet a ogni azione, l’ex di Priolo, protagonista delle ultime due medaglie europee conquistate dalla nazionale under 20, rappresenta uno dei più importanti prospetti del movimento italiano e ha scelto la società del presidente dott. Betti per proseguire il suo percorso di crescita sotto la guida di coach Serventi. Ecco le sue impressioni dopo i primi 20 giorni

Come sono andati questi primi giorni a Umbertide?

Per adesso bene. Ci stiamo allenando mattina e pomeriggio, con sedute molto intense, specialmente quelle tecniche durante le quali facciamo basket. Mi sto trovando bene sia con le ragazze che con lo staff, speriamo che continui così, noi proseguiremo ad allenarci con il massimo impegno cercando ovviamente di essere le più pronte possibili all’inizio del campionato.

Per te questa è la prima esperienza lontano dalla Sicilia, come ti stai trovando anche fuori dal campo?

Per adesso sicuramente bene, è chiaro che mi manca la Sicilia, la temperatura soprattutto, mi mancano gli affetti, questo penso sia normale perché è la prima esperienza fuori, però ripeto con le ragazze mi trovo bene, anche con lo staff, insomma non mi posso assolutamente lamentare.

Anche alla luce di come stai conoscendo le tue compagne da un punto di vista tecnico, secondo te quale potrà essere il ruolo di Umbertide nel campionato che sta per iniziare?

Sicuramente abbiamo tutte le potenzialità e capacità per lottare per i primi quattro-cinque posti, ripetendo quindi un po’ quello che è stato il cammino degli ultimi anni per Umbertide. È chiaro che lotteremo per il massimo, per il vertice, e poi quello che verrà, verrà. Noi ci metteremo tutta la voglia e l’impegno possibile.

Come sono andate queste prime settimane con coach Serventi?

Lui è veramente bravo, sono contenta di essere qua proprio perché so di essere allenata da uno dei migliori coach che ci sono al momento in Italia. È chiaro, è uno duro, lo conosciamo tutti, però io mi ci trovo molto bene.

E da un punto di vista personale hai qualche obiettivo per la prossima stagione?

L’obiettivo è crescere in generale. Sono venuta qui per migliorare, per imparare a giocare di squadra e apprendere sempre di più cose nuove. L’obiettivo è quello di dare il massimo, per quello che so e che posso fare e progredire partita dopo partita, allenamento dopo allenamento.

Grazie Ilaria, buon lavoro e in bocca al lupo

Crepi e grazie!

[divider]

[divider]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*