Al PalaEvangelisti si impone la Bunge Ravenna, ma i Block Devils vengono festeggiati lo stesso

Almeno un migliaio gli spettatori a Pian di Massiano per il primo test casalingo dei Block Devils, che peccano di continuità e vengono superati al tie-break

La Sir Safety Conad Perugia riassaggia il PalaEvangelisti
La Sir Safety Conad Perugia riassaggia il PalaEvangelisti

Al PalaEvangelisti si impone la Bunge Ravenna, ma i Block Devils vengono festeggiati lo stesso

Termina con il successo della Bunge Ravenna al tie-break il primo (ed unico) test amichevole casalingo della Sir Safety Conad Perugia.
C’è voglia di grande pallavolo in città ed oggi lo si capisce in maniera evidente. Al PalaEvangelisti, alle 17, di un mercoledì feriale sono almeno un migliaio, se non di più, gli spettatori presenti e desiderosi di vedere finalmente all’opera i Block Devils del presidente Sirci.
E lo spettacolo non è mancato con cinque set disputati e tanti applausi del pubblico perugino ai loro beniamini.
In campo una Sir a corrente alternata. Manca ancora continuità di rendimento alla formazione di Boban Kovac che alterna fasi di gioco di ottima caratura tecnica ad altre dove invece errori ed imprecisioni costano break subiti. Sintetizzando al massimo, e con tutte le avvertenze che la pallavolo non è certo uno sport a compartimenti stagni, buone indicazioni in attacco ed a muro, qualcosa da sistemare in ricezione e difesa ed al servizio.
Kovac ha fatto ancora diverse prove dal punto di vista tattico con l’ormai consueta alternanza di moduli ed interpreti. Perugia non ha saputo capitalizzare due volte il vantaggio di un set (quelli vinti, il primo ed il terzo, davvero ben giocati dagli uomini in bianconero) ed ha pagato specialmente nelle fasi finali del quarti e quinto parziale alcuni errori diretti di troppo.
Dal punto di vista dei numeri, Zaytsev e Russell sono i migliori realizzatori nella metà campo bianconera rispettivamente con 22 e 15 palloni vincenti (entrambi sopra il 50% di positività), ma da rimarcare soprattutto sono le prestazioni della coppia centrale Birarelli-Podrascanin. I due posti tre hanno chiuso in doppia cifra (13 e 11 i colpi vincenti) facendo la voce grossa soprattutto a muro (8 “block” a terra in due).

Nella metà campo romagnola invece da sottolineare l’opposto Torres ed il martello Lyneel, che si sono caricati praticamente da soli il peso dell’attacco Bunge, e la precisa regia di Spirito.
Prosegue dunque l’avvicinamento dei Block Devils alla Supercoppa del 24 e 25 settembre. Doppia seduta in programma sia domani che dopodomani mentre sabato è in programma un altro test amichevole, stavolta a Gubbio alle ore 18 contro la formazione cinese dello Shandong.

 

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – BUNGE RAVENNA 2-3
Parziali: 25-19, 22-25, 25-17, 27-29, 12-15
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Zaytsev 22, Podrascanin 13, Birarelli 11, Russell 15, Della Lunga 2, Bari (libero), Chernokozhev 6, Buti n.e., Mitic 2, Tosi (libero), Franceschini n.e. All. Kovac.
BUNGE RAVENNA: Spirito 3, Torres 21, Bossi 4, Ricci 2, Lyneel 23, Raffaelli 7, Goi (libero), Leoni, Calarco, Marchini (libero), Kaminski 7. All. Soli.
LE CIFRE – PERUGIA: 18 b.s., 6 ace, 58% ric. pos., 42% ric. prf., 49% att., 13 muri. RAVENNA: 23 b.s., 9 ace, 57% ric. pos., 34% ric. prf., 43% att., 6 muri.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*