PalaEvangelisti oltre tremila e Sir Safety volley batte Biosì Indexa Sora [Foto]

I tre punti di stasera, uniti alla sconfitta di Civitanova con Modena, consolidano il primato dei bianconeri che si portano a +4 dalla Lube

PalaEvangelisti oltre tremila e Sir Safety volley batte Biosì Indexa Sora

PalaEvangelisti oltre tremila e Sir Safety batte Biosì Indexa Sora

PERUGIA – Rispetta il pronostico la Sir Safety Conad Perugia che fa il proprio dovere al PalaEvangelisti (anche stasera ben oltre le tremila presenze) contro la Biosì Indexa Sora e si porta a casa una rotonda vittoria 3-0 nel tripudio dei Sirmaniaci e di tutto il pubblico perugino. Applausi anche a Sora, seguita a Perugia da un centinaio di festosi tifosi, che gioca un bel match e combatte su ogni palla lottando punto a punto nel secondo e terzo parziale.

Ma i Block Devils dimostrano ancora una volta perché comandano al momento la Superlega, confermandosi squadra concreta, cinica, affamata e di grandissima qualità quando il pallone conta. Serata “monstre” per Marko Podrascanin, Mvp della partita con 12 punti (di cui 5 muri e 2 ace) e best scorer bianconero.  Bravi anche i due posti quattro di Lorenzo Bernardi Russell (12 palloni vincenti anche per l’americano con il 62%) e Zaytsev (9 punti, tutti in attacco, ed anche il 60% in ricezione) e spettacolare Max Colaci in seconda linea dove, dalle sue parti, non è caduta neanche la polvere.

I tre punti di stasera, uniti alla sconfitta di Civitanova con Modena, consolidano il primato dei bianconeri che si portano a +4 dalla Lube.

Ora la Superlega si ferma per una settimana, lasciando spazio alle Final Four di Coppa Italia. La kermesse che assegna la coccarda tricolore sarà il grandissimo spettacolo del prossimo fine settimana a Bari e Perugia è pronta a giocarsi le sue carte!

IL MATCH

C’è Ricci per Anzani nei sette iniziali di Bernardi. Atanasijevic (due volte) e Podrascanin firmano i primi tre punti del match (3-0). +5 Perugia con il muro vincente di Russell e l’ace di Podrascanin con la collaborazione del nastro (8-3). Ace anche per Russell che nell’azione successiva va a segno dalla seconda linea e propizia l’allungo bianconero (12-5). Buona la reazione ospite ispirata da Nielsen e dall’ace di Rosso (12-9). I Block Devils non si scompongono e ripartono con gli attacchi ed i muri di Podrascanin (16-10). Distanze invariate dopo il punto di Atanasijevic (20-14). Bernardi opera qualche cambio inserendo Shaw e Berger, ma è ancora Podrascanin il protagonista sotto rete (23-16). Entra Della Lunga per il servizio e piazza subito l’ace che porta Perugia al set point (24-16). Chiude il solito Potke (25-18).

Avvio equilibrato nella seconda frazione con Perugia in campo con la formazione iniziale e con Ricci che firma il 5-5. Mete anche l’ace il centrale di origini ravennati e manda avanti i suoi (8-7). Capovolge tutto Sora con il muro di Caneschi ed il contrattacco di Petkovic (9-11). Sora gioca a braccio sciolto e bene e si porta a +3 con il contrattacco vincente di Petkovic (13-16). Due di De Cecco (attacco di seconda ed ace) accorciano, il muro di Podrascanin pareggia (17-17). Si gioca punto a punto con Russell che mette la diagonale del 21-21. Avanti Perugia con l’invasione di Seganov (23-22). Fuori Petkovic e due set point per i Block Devils (24-22). La pipe di Russell do il doppio vantaggio ai padroni di casa (25-23).

Per nulla scoraggiata, la formazione di Barbiero parte a razzo nel terzo set (1-5). Perugia si riporta a contatto con le difese di Colaci ed i punti di Russell (6-7). Il maniout di potenza firmato Ivan Zaytsev porta alla parità a quota 8. Ancora super Colaci ed ancora Russell in attacco. Sorpasso Perugia (13-11). Gli ospiti non mollano ed operano l’aggancio con Petkovic ed il sorpasso con Caneschi (14-15). +2 per Sora grazie al colpo vincente di Rosso (17-19). Due di Podrascanin pareggiano (19-19). Non si schioda l’equilibrio con Atanasijevic che firma il 21-21. Ace di Podrascanin che manda avanti i suoi (22-21), quello di Petkovic capovolge (22-23). Russell impatta (23-23). Entra Berger a muro e, dopo la millesima difesa di Colaci, ferma a muro Petkovic portando i Block Devis al match point (24-23). In rete dai nove metri Atanasijevic, si va ai vantaggi (24-24). Out il contrattacco di Petkovic (25-24). Fuori anche Rosso, al PalaEvangelisti parte la festa (26-24).

I COMMENTI

Fabio Ricci (Sir Safety Conad Perugia): “In questo campionato ogni gara è difficile e se non giochi al massimo perdi. Sora ha giocato bene, come aveva fatto anche all’andata quando ci aveva messo in difficoltà. Stasera abbiamo fatto una discreta partita e ci portiamo a casa questo bel 3-0”.

Andrea Mattei (Biosì Indexa Sora): “Penso che almeno un set stasera ce lo meritavamo perché abbiamo giocato veramente bene e di questo sono contento per me e per i miei compagni. Ci è mancata un po’ di esperienza e la capacità di non fare errori nei momenti che contano. In questo ancora pecchiamo”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – BIOSÌ INDEXA SORA 3-0

Parziali: 25-18, 25-23, 26-24

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 9, Podrascanin 12, Ricci 6, Zaytsev 9, Russell 12, Colaci (libero), Shaw, Berger 1, Della Lunga 1. N.e.: Andric, Cesarini (libero), Anzani, Siirila. All. Bernardi, vice all Fontana.

BIOSÌ INDEXA SORA: Seganov, Petkovic 18, Caneschi 4, Mattei 5, Nielsen 5, Rosso 8, Mauti (libero), Fey, Marrazzo. N.e.: Penning, Lucarelli, Duncan-Thibault. All. Barbiero, vice all. Colucci.

Arbitri: Gianfranco Piperata – Andrea Pozzato

LE CIFRE – PERUGIA: 19 b.s., 7 ace, 53% ric. pos., 30% ric. prf., 49% att., 10 muri. SORA: 13 b.s., 2 ace, 42% ric. pos., 18% ric. prf., 47% att., 4 muri.

«Sir Safety Conad Perugia - BioSì Indexa Sora»
«Sir Safety Conad Perugia - BioSì Indexa Sora»
«Sir Safety Conad Perugia - BioSì Indexa Sora»
«Sir Safety Conad Perugia - BioSì Indexa Sora»
«Sir Safety Conad Perugia - BioSì Indexa Sora»
«Sir Safety Conad Perugia - BioSì Indexa Sora»
«Sir Safety Conad Perugia - BioSì Indexa Sora»
«Sir Safety Conad Perugia - BioSì Indexa Sora»
«Sir Safety Conad Perugia - BioSì Indexa Sora»
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*