Norcia, torna la “cicloturistica” di “Eppedala”

EPPEDALA_norcia(umbriajournal.com) NORCIA – Puntuale, come accade ormai da tre anni, torna la “Granfondo cicloturistica Città di Norcia” che consente agli appassionati di mountain bike di scoprire sulle due ruote l’entroterra nursino. L’appuntamento è fissato per il 28 luglio 2013 alle ore 9:00 in piazza San Benedetto, luogo di partenza e di arrivo dei ciclisti e dei bikers provenienti non solo dall’Umbria ma anche da diverse regioni italiane.
Due sono i percorsi individuati: uno di trenta chilometri e l’altro di venti. Entrambi permetteranno di scoprire strade di montagna, vallate sperdute, scorci suggestivi del Parco Nazionale dei Monti Sibillini e anche la buona cucina perché lungo il percorso sono previsti ristori ‘dolci e salati’ mentre al termine della manifestazione si terrà un pasta party presso il complesso monumentale di San Francesco.
“La Granfondo cicloturistica – afferma il sindaco di Norcia Gian Paolo Stefanelli – è un evento importante non solo dal punto di vista sportivo ma anche come veicolo di formidabile promozione turistica. Questa manifestazione, organizzata dall’associazione Eppedala presieduta da Amilcare Rotondi, è inserita nella rete dei Sentieri Piceni e contribuisce ad arricchire la vita della città, catalizzando sul territorio un elevato numero di atleti e familiari al seguito che potranno godere delle attrattive turistiche, culturali, commerciali e culinarie offerte dalla città. Un plauso va quindi rivolto agli organizzatori e ai numerosi volontari che anche quest’anno sono impegnati per la riuscita della manifestazione”.
Le iscrizioni alla III edizione della Granfondo Ciloturistica Città di Norcia potranno essere effettuate dalle ore 7:30 presso la palestra della scuola elementare dove tutti gli iscritti potranno ritirare anche il loro pacco gara.
Le premiazioni, al termine della manifestazione, si terranno presso il complesso monumentale di San Francesco. Dal momento che non si tratta di un confronto agonistico a vincere la gara saranno i primi cinque gruppi più numerosi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*