Motori a Gubbio, le novità del Trofeo Luigi Fagioli

La presentazione del Trofeo Luigi Fagioli(umbriajournal.com) PERUGIA – È un Trofeo Luigi Fagioli sempre più ricco quello che sta per festeggiare le 48 edizioni consecutive. A Perugia nella Sala Fiume di Palazzo Donini, sede della Regione Umbria, è stata presentata la cronoscalata che si svolgerà dal 23 al 25 agosto a Gubbio. A illustrare programma e novità c’erano gli assessori allo sport della Regione Fabio Paparelli e della Provincia di Perugia Roberto Bertini, il dirigente Raoul Caldarelli per il Comune di Gubbio, il vicepresidente dell’Automobile Club Perugia Giuseppe Prisco, il caposervizio Sport del “Corriere dell’Umbria” Luca Mercadini e gli organizzatori del Comitato Eugubino Corse Automobilistiche, presieduto da Andrea Brunetti.

L’evento

La manifestazione è organizzata appunto dal CECA in collaborazione con l’Automobile Club Perugia sotto l’egida dell’ACI e con la promozione di AciSport. Le competizioni che la caratterizzano sono aperte alle auto moderne, vso e storiche e la conferma della massima titolazione tricolore, Campionato Italiano Velocità Montagna (CIVM)rende l’evento uno dei più attesi nel settore della velocità in salita. Inoltre, nel 2013 Gubbio godrà di una doppia titolazione in quanto, dopo alcuni anni, gli organi sportivi nazionali gli hanno riconosciuto pure la validità per la serie “cadetta”, il Trofeo Italiano Velocità Montagna (TIVM), per il quale assegna un punteggio maggiorato (coefficiente 1,5). Le titolazioni ottenute assicurano grandi sfide in vista delle finali tricolori di settembre, sia nelle categorie delle auto Turismo e GT, con marchi dal fascino unico come Ferrari e Porsche, che in quelle delle splendide vetture sport-prototipo e formula dominatrici della specialità. Per quanto riguarda le auto storiche, l’evento prevede una gara nazionale a loro riservata che assegna la XXV Coppa Città di Gubbio. Le iscrizioni alla cronoscalata umbra, aperte anche ai piloti stranieri, si chiuderannolunedì 19 agosto alle ore 24(relativo modulo su www.trofeofagioli.it). La gara si disputa sul tracciato di 4150 metri che dal caratteristico centro storico di Gubbio si arrampicano fino a Madonna della Cima attraversando la Gola del Bottaccione, sito naturalistico e geologico di rilevanza mondiale.

Novità

Tra le novità su cui l’organizzazione sta lavorando per migliorare ogni aspetto di quella che molti considerano la “Montecarlo delle salite” c’è la copertura internet che attraverso un collegamento wireless permetterà una connessione veloce dedicata nella zona paddock/partenza e in quella di arrivo/parco chiuso. Altra iniziativa importante è l’introduzione del biglietto unico valido per le qualifiche del sabato e la doppia gara di domenica al prezzo di soli 10 euro. In pratica un biglietto-abbonamento. Sotto l’aspetto mediatico la grande novità è quella che coinvolge RaiSport: la rete nazionale produrrà un ampio servizio sull’evento e sul mondo delle salite vivendo il weekend eugubino “da protagonista”, con il giornalista Lorenzo Leonarduzzi che prenderà il via della gara al volante di una vettura Turismo di gruppo Racing Start.

Gli interventi

Primo intervento della presentazione è toccato all’assessore regionale Paparelli: “Il Trofeo Fagioli e le sue 48 edizioni – ha detto – sono un grande successo per tutti: per il territorio, per quelli che ci lavorano e anche per le istituzioni che concorrono alla realizzazione. Una grande vetrina mediatica per Gubbio e l’Umbria che oltre a uno sport avvincente promuove cultura e turismo. Pur in un periodo di ristrettezze finanziarie, per un evento del genere il sostegno della Regione non deve mancare”. L’assessore provinciale Bertini si è poi soffermato su due aspetti: “Il primo è il valore delle associazioni: senza di loro e senza i loro volontari questo Paese rimarrebbe quasi senza attività. Poi c’è il turismo sportivo. Abbiamo superato metà anno e le presenze turistiche legate allo sport in Umbria hanno superato quota 200mila. Il Trofeo Fagioli contribuirà di nuovo in maniera determinante e alzerà la media delle presenze in termini di tempo, pari a due giorni ma che appunto per il Trofeo diventano almeno tre. Anche per questo la ricaduta economica sul territorio è di gran lunga superiore rispetto ai contributi degli enti”. Delegato dal commissario del Comune di Gubbio Maria Luisa D’Alessandro, che ha anche inviato un messaggio per “la migliore riuscita di un evento storico nel panorama sportivo”, il dirigente comunale Caldarelli ha portato il saluto della città sottolineando l’importanza del Trofeo Fagioli (“non possiamo permetterci di perderlo”) e l’immancabile sostegno dell’istituzione. Per l’AC Perugia il vicepresidente Prisco ha ricordato come il Fagioli sia stata la prima gara in salita umbra e rivolto un plauso agli organizzatori: “Persone che hanno dimostrato forza e soprattutto coraggio e negli anni sono riusciti ad arrivare a un passo dal cinquantesimo, traguardo che pochi in Italia possono vantare”. Non presente per impegni precedenti, non ha comunque fatto mancare un contributo il presidente Ruggero Campi: “Sono profondamente convito che simili manifestazioni abbiano anche la forza di stimolare l’attrazione turistica di un territorio bellissimo, ove all’arte si aggiunge la straordinaria cultura dell’accoglienza. Dunque, la gara sembra già vinta prima di iniziare e la speciale coppa va agli eugubini!”.

Programma

Nel weekend di gara, il programma del 48° Trofeo Fagioli prevede venerdì 23 agosto le verifiche sportive, dalle 15 alle 19.30 al Centro Servizi Convento San Secondo, e le verifiche tecniche, dalle 15.30 alle 20 nell’area dell’Istituto Tecnico Commerciale, nel cuore del paddock. Un turno supplementare di verifiche è previsto anche il mattino seguente (7.30-8.45). Nella serata di venerdì si terrà inoltre la cerimonia di consegna del Memorial Angelo e Pietro Barbetti a una personalità del mondo dell’automobilismo. Sabato 24 agosto con start alle 10 si disputano le due sessioni di prove ufficiali che consentiranno ai piloti di testare il tecnico tracciato eugubino e di settare le auto in vista delle due manche di gara, al via domenica 25 agosto sempre a partire dalle 10. Al termine di gara-1 e gara-2 le premiazioni si svolgeranno in zona arrivo nel rispetto delle indicazioni delle norme Federali. Nel 2012 la vittoria assoluta è andata al toscano Simone Faggioli, campione italiano ed europeo, al volante dell’Osella FA30 spinta da un Zytek da 3000cc.

Aggiornamenti, info, news e classifiche sul sito ufficiale della gara: www.trofeofagioli.it.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*