Primi d'Italia

Martina Ceccarelli si rialza dopo l’infortunio: “Sensazioni positive nella prima partita dopo l’intervento”

Era l’8 maggio dello scorso anno quando Martina Ceccarelli, al 27’ minuto del secondo tempo, dopo essere subentrata sette minuti prima a Silvia Spapperi, si infortuna al ginocchio ed è costretta a chiedere il cambio. La diagnosi è impietosa: rottura del crociato e conseguente necessità di un intervento per poter tornare a giocare. Una mazzata per Martina che però, grazie alla sua tenacia e alla sua pregressa esperienza che l’ha sfortunatamente già vista infortunarsi nella medesima maniera all’altro ginocchio, sta uscendo da questo momento buio della sua carriera da calciatrice. Dopo l’intervento al quale si è sottoposta nel mese di luglio e ad una degenza di circa sei mesi, Ceccarelli è tornata a calcare il campo di gioco con la formazione della Primavera della Grifo, nel match casalingo contro il Firenze A.S.D. di sabato 7 gennaio. Per la cronaca, le ragazze di Vania Peverini hanno vinto in rimonta per 3-1 contro le toscane grazie ai gol di Tuteri, Franciosa e Piselli. Martina Ceccarelli esprime così le sensazioni provate per il suo ritorno in campo anche se non ancora con la prima squadra:

“Le sensazioni per il ritorno in campo dopo la rottura del crociato sono positive. Tutto è andato al meglio, ho giocato un tempo cercando di ritrovare il ritmo partita. La maggiore qualità della rosa della Primavera ha poi permesso la vittoria in rimonta contro Firenze. Ho passato un periodo davvero difficile: il dolore, se inizialmente è principalmente quello fisico, poi diventa soprattutto psicologico. Dover stare a riposo per un lungo periodo è davvero difficile da digerire. Poi nei primi allenamenti, non essendo al top della condizione, non riesci mai a mostrare in pieno quelle che sono le tue qualità. Ti senti un po’ limitata. Piano piano mi sto riprendendo: i patti sono che dovrò fare un’altra partita con la Primavera prima di essere reintegrata con la prima squadra. Lentamente sto riprendendo fiducia col pallone. Voglio tornare a dare il mio contributo con la prima squadra al più presto, pur rispettando i vari step che prevede il mio graduale rientro. Quanto conta la volontà del giocatore nel recuperare dopo un infortunio del genere? In base alla mia sfortunata esperienza, direi che è tutto.”

Lo si può vedere dai campi della Serie A quanto sia difficile recuperare dalla rottura di un crociato, ma il coraggio e la forza di rialzarsi che possiede questa ragazza sono davvero notevoli. Martina, essendo una centrocampista, è abituata gioco forza a lottare su ogni pallone e a non mollare un centimetro. Un forte in bocca al lupo alla ragazza per una completa guarigione.

PRIMAVERA – La vittoria contro Firenze dopo lo svantaggio iniziale ad opera di Papi è stata un’ulteriore dimostrazione del grande carattere della squadra di Peverini. I gol di Tuteri, al 33’ minuto, e quello di Franciosa, allo scadere della prima frazione, hanno permesso alle padrone di casa di riprendere in mano la situazione già prima dell’inizio della ripresa. La solita Giulia Piselli ha messo poi il sigillo alla gara, con la Grifo Perugia che ha avuto le occasioni anche per arrotondare. La prima di ritorno vedrà le biancorosse impegnate ancora in casa contro Giovanigranata Monsumano il 14 gennaio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*