La Zambelli Orvieto ospita al Pala-Papini l’ostica Castelfranco

Zambelli Orvieto
Zambelli Orvieto

ORVIETO (TR) – La Zambelli Orvieto inaugura il 2016 del Pala-Papini con un confronto di altissimo livello, al consueto fischio d’inizio posto alle ore 19 si disputa la penultima giornata del girone di andata.

Il compito delle gialloverdi è delicato, c’è da confermare la buona condizione, che ha portato il collettivo a vincere per sei volte consecutive, con una delle più dirette avversarie che insidiano la zona play-off.

L’avversaria Videomusic Castelfranco si presenta con una classifica leggermente peggiore ma con identico ruolino di marcia, otto successi e tre sconfitte per le conciarie che hanno confezionato l’attuale quinta piazza.

Le tigri sono invece terze ed hanno accumulato tre lunghezze di vantaggio sulle rivali di turno, un dato che da solo non tranquillizza il tecnico Gian Luca Ricci instancabile nel continuare a predicare prudenza ed attenzione ad ogni singolo dettaglio.

Nessun dubbio sull’assetto che dovrebbe scendere in campo con la regista Valeria Pesce a fungere da assoluto riferimento per le compagne e con la centrale Martina Tiberi che vuole dimostrare di essersi lasciata alle spalle il suo periodo sfortunato.

Le toscane allenate da coach Alessandro Menicucci sono neopromosse ma hanno meritato il titolo di squadra rivelazione poiché non erano state indicate tra le formazioni migliori del girone ma hanno dimostrato coi fatti di poter recitare un ruolo da protagonista.

Tra le fila ospiti trovano spazio elementi di valore come l’opposta Giulia Caverni e la schiacciatrice Francesca De Bellis che rappresentano la forza d’urto offensiva, con tutta probabilità le giocatrici da sorvegliare in modo speciale.

Le due contendenti cercano di tenere aperta la striscia positiva dell’ultimo periodo, riuscire a farlo significherebbe approfittare degli altri scontri al vertice, atteso dunque un match dagli elevati contenuti agonistici.

I precedenti di archivio risalgono a due stagioni fa e sono relativi alla categoria inferiore, nell’annata agonistica della promozione le rupestri furono costrette a cedere sia all’andata che al ritorno all’unica rivale che non riuscirono a battere.

Probabile sestetto Orvieto: Pesce in regia, Sabbatini opposta, Kotlar e Tiberi centrali, Rossini ed Ubertini alla banda, Rocchi libero.

Probabile sestetto Castelfranco: Buiatti ad alzare in diagonale con Caverni, Andreotti e Danti al centro, De Bellis e Puccini attaccanti ricevitori, libero Santerini.

Arbitri dell’incontro: Marco Nampli e Giuseppe Allegrini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*