La Zambelli Orvieto analizza le prime dieci giornate

Zambelli Orvieto
Zambelli Orvieto

ORVIETO (TR) – La fine dell’anno rappresenta l’occasione giusta per guardarsi alle spalle, dopo dieci giornate di serie B1 femminile, oltrepassato un terzo del campionato, si analizza ciò che è stato realizzato.

A conclusione del 2015 la Zambelli Orvieto non può che partire da un traguardo prestigioso che è stato raggiunto, la vittoria della coppa Italia nella terza categoria nazionale che rende il bilancio positivo.

Nel frattempo trascorre festività serene il club rupestre che continua a navigare anche in questa stagione col vento in poppa, forte del terzo posto in classifica in virtù delle sette vittorie conseguite sino a questo momento.

Considerato tutto, dunque, il collettivo può ritenersi soddisfatto per un risultato che continua a dare lustro alle tigri gialloverdi, tenuto conto della concorrenza agguerrita presente nel girone.

A voler aprire una finestra sulle statistiche si possono notare dei dati interessanti per quanto riguarda la Zambelli Orvieto che cerca di tenere alti i propri colori e quelli regionali in un torneo fortemente competitivo.

Il rendimento individuale delle singole atlete ha registrato performance di rilievo, la schiacciatrice Jasmine Rossini è la miglior realizzatrice del team con 149 punti, come dire una media di 15 punti a partita.

Appena dietro di lei si è distinta l’opposta Martina Sabbatini che con 116 palle a terra, ha mostrato una volta di più le sue spiccate doti offensive avendo ottenuto un picco nella seconda giornata nella quale ha totalizzato la bellezza di 23 colpi vincenti.

Al quarto posto della speciale classifica c’è la centrale Giulia Kotlar che ha finalizzato in 108 occasioni, confermando di essere un terminale d’attacco pericoloso per ogni avversaria.

Nel dettaglio dei numeri elaborati dal prezioso lavoro dello scoutman Riccardo Terenzi si riesce a cogliere anche qualche altro particolare degno di nota, ad esempio la palma di regina del muro va a Kotlar che ne ha messi a terra 23, seguita da Tiberi con 13 e Iacobbi con 12; in battuta a brillare è ancora Kotlar con 18 ace, incalzata da Rossini che ne ha totalizzati 14 e da Ubertini con 11.

Vale infine la pena sottolineare l’apporto in seconda linea della libero Giulia Rocchi che alla prima stagione in maglia orvietana sta tenendo alta la sua media con il 48% di ricezioni perfette.

Il collettivo dei tecnici Gian Luca Ricci e Marco Gobbini lascia ben sperare la tifoseria e coglie l’occasione per inviare un sincero augurio a tutta la pallavolo umbra per un 2016 ancor più indimenticabile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*