La Vittoria Assicurazioni Perugia da segnali di risveglio ma cede al Terni

Gradassi Caterina(UJ.com3.0) PERUGIA – Nulla da fare per la Vittoria Assicurazioni Perugia nel difficile turno del campionato di serie C femminile che la opponeva alla forte Azzurra Terni. Le padrone di casa affidano a coach Marconi la guida della squadra e per il suo esordio sulla panchina c’è l’organico al gran completo. Oltre alle recuperata Vergoni, disponibili anche Gradassi e Montechiarini mentre è ancora assente Truffarelli per impegni lavorativi concomitanti; dalla parte opposta invece tutte abili e arruolate le rappresentanti di Terni.

In partenza le ospiti escono dai blocchi meglio con Veritieri che mostra grande dimestichezza in attacco mettendo tre palloni a terra (1-4). Le ‘assicuratrici’ corrono ai ripari sostituendo subito la regia, ma anche con Di Matteo in campo il controllo della situazione è in mano alle antagoniste che sono guidate da una Tocca sempre precisa (8-13). Ci prova Fiorucci a ridurre il gap ma Giubila fa buona guardia ed il punteggio non si sblocca, almeno sino al 15-20. Nel finale il muro locale riesce a mettere pressione e causa qualche errore alle ospiti ricucendo lo strappo (20-21). A togliere d’impaccio le azzurre è Veritieri (sei punti nel set d’apertura) lasciando che Favoriti apponga successivamente il sigillo del vantaggio.

Dopo l’inversione dei campi non sembra cambiare il copione, Terni si distingue con Pecoraioli che spinge avanti di tre lunghezze. L’inerzia cambia e le ospiti sostituiscono Benedetti con Giusti, il gap però viene annullato in un battibaleno da Gradassi che piazza il muro dell’aggancio (11-11). Le ternane non sembrano in grado di reagire, prima Fiorucci, poi Vergoni e infine Cherubini rincarano la dose creando la spaccatura (23-13). Il break è decisivo e c’è solo da attendere l’attacco di Cherubini per sancire la parità.

Nella terza frazione Re Dionigi modifica ancora assetto, la seconda schiacciatrice è ora De Ciantis in diagonale con Giubila, le sue ragazze prendono di nuovo il comando grazie agli errori altrui (3-9). Stavolta è Perugia privo di reazione e sul turno al servizio di Favoriti, che piazza anche due ace, il margine sale inesorabilmente (6-16). Saltata la ricezione per l’Azzurra è uno scherzo tornare in vantaggio, è il nono errore delle locali a consegnargli il due a uno.

Il quarto periodo viaggia sui binari dell’equilibrio, a Veritieri risponde Gradassi (8-8). Si lotta spalla a spalla, nessuna delle due riesce a prendere il sopravvento sull’altra e Terni continua a tenere il naso avanti (17-18). Qui sale in cattedra Pecoraioli che sblocca acquisendo quattro punti di vantaggio ma poi è ancora duello serrato con Vergoni che riapre (20-21). Lo strappo risolutivo è di Giubila da fondo campo che propizia il trionfo, Veritieri si conferma miglior marcatrice e manda tutte sotto la doccia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*