La Grifo Perugia a Ferrara per fare bottino pieno

Il campionato di serie B femminile comincia ad entrare nella “fase calda” e la Grifo Perugia non vuole farsi trovare impreparata. Dopo il turno di sosta, la squadra di Valentina Belia è attesa dalla trasferta in casa della New Team Ferrara, avversario non certo di grido, visto la penultima posizione in graduatoria, ma da rispettare comunque. Natalizi e compagne cercano in Emilia Romagna punti pesanti per continuare la rincorsa al primato e presentarsi nelle migliori condizioni al big-match casalingo di domenica 20 marzo contro la Jesina. “Quella contro la New Team è una partita molto importante – ammette il tecnico Belia – quasi quanto quella contro la Jesina. Sembra strano quello che dico, ma se non vinciamo domenica è difficile pensare di raggiungere nuovamente la vetta della classifica. Mi aspetto una prestazione importante sul piano della determinazione e del gioco”.

CAPITOLO FORMAZIONE –  A Ferrara, tra infortuni ed influenze, Belia dovrà rinunciare a Brozzetti, Saravalle, Giovannucci e Pederzoli. Probabile la conferma del 4-3-1-2, con Monsignori in porta, quartetto difensivo composto da Monetini, Ferretti, Bordellini e Ricci. A centrocampo spazio a Natalizi, Corinna Fiorucci e Narcisi (o Spapperi), con Martina Ceccarelli alle spalle di Marinelli e Fiorucci Giulia.

grifo_osaka2AMICHEVOLE CONTRO LA “FOOTBALL OSAKA TOIN” – Amichevole di prestigio quella che la Grifo Perugia ha affrontato, giovedì 10 marzo, nello splendido scenario del nuovo impianto sportivo di Solomeo. Le ragazze di Valentina Belia hanno sfidato le giapponesi del Football Osaka Toin, formazione giovanile creata in un collage scolastico, in Italia per misurarsi con il calcio femminile nostrano. La sfida è finita 1-1, con momentaneo vantaggio perugino siglato da Marinelli nel primo tempo. “E’ stata una bellissima serata di sport – ammette la Presidente Valentina Roscini – e una bella occasione di confronto tra due realtà calcistiche diverse. La cornice di Solomeo e della nuovissima e funzionale struttura ha dato un quel tocco in più per rendere l’avvenimento unico. Oltre agli aspetti del campo e del risultato, c’è stata grande convivialità tra le due squadre e tra i dirigenti. Ci siamo scambiati degli omaggi: noi abbiamo regalato i Baci Perugina e loro tanti piccoli gadget della loro cultura”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*