La Grifo Perugia conquista un punto d’oro in casa della Reggiana

Dopo la vittoria interna contro l’Udinese, la Grifo Perugia esce indenne (0-0) dal temibile campo della Reggiana, formazione quotata per un campionato di alta classifica. Una partita combattuta, che ha visto le biancorosse tenere botta alle offensive avversarie. Un pareggio che forse lascia qualche rimpianto alle padrone di casa e che invece dà continuità al “progetto Grifo”: una delle squadre più giovani del campionato, che punta a stupire. Con il capitano Corinna Fiorucci in panchina per un problema fisico, Belia ha riproposto il 4-3-3 e promosso tra i titolari Giovanucci, schierata nel tridente offensivo, con Narcisi impiegata a centrocampo. Per il resto la Grifo che ha battuto l’Udinese: Marroccoli in porta, difesa a quattro con Alessi, Ferretti, Rosmini e Monetini, Bianconi e Brozzetti a completare la mediana e Giulia Fiorucci e Zelli il trio d’attacco. La Reggiana sin da subito si è dimostrata tosta e ben fornita sotto l’aspetto tecnico. Costi e Orlandini hanno tenuto in allerta la retroguardia perugina, con una serie di conclusioni pericolose. Al 31′ Costi ha colpito persino la traversa, ma prima dell’intervallo anche la Grifo si è fatta notare in area emiliana e ci è voluta una super Tasselli per respingere il tiro di Giulia Fiorucci. Nella ripresa la Reggiana ha spinto per cercare il vantaggio, ma la Grifo ha tirato fuori il necessario carattere. Prost e Costi si sono rese pericolose dalle parti di Marroccoli. Belia si è affidata alle forze fresche per centrare il risultato positivo, con gli innesti di Pellegrino e Tuteri. Nei minuti finali c’è stata apprensione per il salvataggio sulla linea di Brozzetti, a seguito di un calcio d’angolo emiliano e per l’uscita anzitempo del portiere Marroccoli (infortunio muscolare), sostituita tra i pali dall’esterno Bylykbaschi. Le grifone hanno retto e riportato a casa un punto davvero importante, che fa classifica e morale. Ora spazio alla Nazionale e a ben due settimane di sosta. La Grifo tornerà a giocare in campionato domenica 30 ottobre, in casa contro Padova.

INTERVISTE

Valentina Belia, tecnico Grifo Perugia: “E’ un risultato davvero importante per una squadra giovane come la nostra. Alla fine abbiamo difeso lo 0-0 con le unghie e con i denti, anche se nel primo tempo ce la siamo giocata con meno apprensione. L’infortunio di Marroccoli? Verificheremo una volta tornati a Perugia, ma sembra di origine muscolare”.

REGGIANA – GRIFO PERUGIA (0-0)

REGGIANA: Tasselli, Zanoletti (2′ st Orsi), Costantino, Giatras, Corradini, Poluzzi, Halitjaha, Prost, Orlandini (2′ st Faragò), Tardini, Costi. A disp.: Lugli, Imprezzabile, Gobbi, Maretti. All.: D’Astolfo.

GRIFO PERUGIA: Marroccoli (48′ st Bylykbashi); ALessi, Ferretti, Rosmini, Monetini; Bianconi, Brozzetti, Narcisi (39′ st Tuteri); Giovannucci, Fiorucci G., Zelli (19′ st Pellegrino). A disp.: Timo, Fiorucci C., Petasecca, Franciosa. All.: Belia.

ARBITRO: Lovison di Padova (Rigonat – Bonioni)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*