La Grifo non muore mai: Torino riacciuffato in extremis

La Grifo Perugia torna da Torino con un punto importante maturato nei minuti finali, tuttavia dopo una prova disordinata e non esente da numerosi errori. Dopo il vantaggio iniziale di Timo, il Torino l’ha ribaltata prima del 45esimo. Solo nel quarto minuto di recupero del secondo tempo è arrivato il 2-2 di Martina Ceccarelli che permette alle perugine di non tornare a casa a mani vuote.

CRONACA

Nemmeno il tempo di partire che la Grifo Perugia si ritrova in vantaggio. Rangana Timo con un potente tiro pesca l’angolino basso dopo soli 3 minuti di gioco. 1-0 per le biancorosse con il match che si mette subito in discesa. Tutto dovrebbe essere più facile per le ragazze di Belia che però denotano da subito una certa fatica a macinare gioco. Alla mezz’ora arriva infatti il pareggio delle torinesi. Un beffardo traversone inganna un’immobile difesa perugina. Torino che, sulle ali di un ritrovato entusiasmo, riesce addirittura a centrare il sorpasso a 6 minuti dalla fine del primo tempo. Le Grifoncelle perdono rovinosamente palla sulla fascia e pagano a carissimo prezzo quest’errore. Match sostanzialmente non bellissimo con una Grifo che, dopo l’1-0, non è riuscita mai a mostrare sprazzi di buon calcio.

La ripresa si apre con la solita girandola di cambi. Ceccarelli deve rilevare Narcisi per un infortunio al ginocchio al 4’ minuto della ripresa: l’entità del guaio fisico è ancora da accertare. Dopo un noioso secondo tempo che vede grossolani errori sia da una parte che dall’altra, le perugine riescono ad acciuffare il pareggio nei minuti di recupero, al 94esimo. Lancio disperato in area piemontese, sponda per Ceccarelli che si gira e sigla il 2-2 che serve almeno ad alleviare il peso di una brutta prestazione. Termina così sul 2-2 l’anticipo fra Torino e Grifo Perugia.

INTERVISTE

Valentina Belia, tecnico della Grifo Perugia:

“Abbiamo giocato veramente male oggi. C’è poco da salvare, se non il vantaggio iniziale ed il pareggio negli ultimi istanti di gara che ci permette almeno di tornare a casa con un punto. Abbiamo commesso errori grossolani contro un Torino che sicuramente ha dimostrato di essere una buona squadra ma che comunque era alla nostra portata.”

Valentina Roscini, presidente della Grifo Perugia:

“Abbiamo sbagliato i fondamentali del gioco del pallone: stop, passaggi e tiri sono stati spesso errati. L’irregolarità del campo non può essere però una scusante. Il 2-2 finale ci permette almeno di non far allontanare il Torino in classifica e quantomeno non torniamo a Perugia senza nemmeno un punto. Oggi si è fatto davvero male.”

TORINO – GRIFO PERUGIA 2-2 (2-1)

A.C.F. TORINO: Raicu, Massarelli, Stobbia, Nicco, Maiara, Barberis, Schirru, Ponzio, Lombardo, Borrello, Pancaldi. A disp.: Aghem, Ceppari, Liberti, Boccato, Bonanno.

GRIFO PERUGIA: Bayol, Zelli (11’st Serluca), Monetini, Fiorucci C., Ferretti, Rosmini (4’st Petasecca), Tuteri (4’st Brozzetti), Bianconi, Pellegrino, Timo (13’st Fiorucci G.), Narcisi (4’st Ceccarelli). A disp.: Urso, Bylykbashi. All.: Belia

RETI: 3’ pt Timo (GP), 28’ pt Schirru (T), 39’ pt Ponzio (T)

ARBITRO: Simone Battiato di Genova (Vernica – Podda)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*