La 3M Pucciufficio si gioca il match-point salvezza

La 3M Pucciufficio affronterà la CAF Acli Stella Rimini in una gara che avrà tutti i connotati del match-point. Una vittoria contro le romagnole segnerà definitivamente la permanenza nella categoria della formazione di coach Brighigna, a quattro giornate dal termine del campionato. L’ obbiettivo di inizio stagione sarebbe raggiunto con un netto anticipo togliendo le biancorosse dal pantano delle gare di fine campionato. Di fronte troveranno una squadra agguerrita, Rimini difatti è anch’essa a caccia della salvezza, occupa la ottava posizione ed i sui sette punti di vantaggio sulla zona retrocessione sono sì un buon bottino, ma non ancora decisivi. Gara dunque aperta a qualsiasi risultato, all’andata le perugine si imposero in trasferta per 3-1 in una situazione di classifica nettamente inversa. Notevole è stata la rincorsa e soprattutto il lavoro del tecnico tifernate che ha saputo ridare equilibrio tecnico e serenità ad una compagine che ha scalato la classifica meritandosi questa “grande occasione”. “Non siamo al meglio – ci tiene a precisare il centrale Diletta Bigini – ma cercheremo di stringere i denti e di conquistare quei tre punti che ci permetteranno di chiudere il discorso salvezza. Farlo con qualche giornata di anticipo sarebbe molto importante, anche se credo che questa squadra avrebbe potuto dare di più. L’inizio un po’ stentato non ci ha aiutato, ma io ho sempre creduto nella possibilità di raggiungere l’obiettivo minimo, quello che poi ci ha chiesto la società”. Bigini è a rischio per la sfida contro Rimini, a causa di un problema muscolare, così come Berneschi. Brighigna conta di recuperarle entrambe e di schierare il sestetto base, con Bertinelli-Barneschi, Testasecca-Bigini, Rossit-Castellucci e Mastroforti libero. Dall’altra parte, coach Renzi darà spazio a Morosato in regia, Giardi opposto, Carnesecchi e Bologna di banda, centrali Ridolfi e Soldati, Arcangeli libero. La gara sarà diretta dalla coppia marchigiana Ercolani-Morganti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*